La settimana scorsa ha molto colpito la dolcissima nonna di Trifone Ragone, intervistata dallo staff del noto programma Rai Chi l'ha visto?. L'anziana signora ha voluto raccontare alle telecamere un evento particolare, cioè Teresa e Trifone erano a casa della donna, quando quest'ultima si accorse che la ragazza fu chiamata al cellulare dal suo ex fidanzato. Secondo la nonna di Trifone, questo individuo potrebbe essere stato uno stalker. Dopo il racconto della donna, una telespettatrice ha contattato il programma di Rai 3, la quale ha dichiarato di aver conosciuto Teresa in discoteca ed ha detto una cosa molto importante riguardo un aneddoto, che va proprio in direzione di quanto dichiarato dalla nonna di Trifone.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Molti telespettatori sono rimasti incantati dalla dolcezza di Isabella Piscopo, la nonna materna di Trifone Ragone, che gli inviati di Chi l'ha visto? avevano incontrato proprio la settimana scorsa a San Nicandro, nell'hinterland di Bari.

Che cosa è accaduto a Trifone e Teresa?

Isabella non riesce a scacciare davanti agli occhi l'immagine di Trifone, il suo "bambinone" come lo chiamava lei con tenerezza, accasciato dentro la macchina, con accanto Teresa, uccisi da una mano ancora ignota. I due giovani sono stati trovati con il cranio trapassato da proiettili ancora misteriosi dopo oltre 40 giorni dal duplice assassinio. "Hanno ucciso il mio bambinone-ha detto Isabella-hanno ucciso una stella, la devono pagare". Si capisce che il desiderio di giustizia e di vendetta, che è sfuggito in alcuni momenti dalla bocca della donna, erano solo dei tic isolati, ma ad ogni modo Trifone non c'è più e nessuno potrà riportarlo in vita. Più che altro Isabella sembra ancora incredula che qualcuno potesse odiare tanto il suo "bambinone", tanto da togliergli la vita.

I migliori video del giorno

Isabella ha affermato: "Erano felici insieme, Teresa cucinava a mio nipote, mi chiedeva anche le ricette per telefono, per esempio quella degli spaghetti alla carbonara. Teresa e Trifone non andavano nei ristoranti a mangiare, cucinavano in casa". La donna vorrebbe guardare in faccia l'assassino, per capire il perchè di questa nefandezza. Proprio per questo, dato che le indagini sembrano languire, Isabella ha deciso di mettere al corrente gli inquirenti di un fatto. Quattro mesi prima del duplice delitto, aveva raccontato Isabella, nella vita di Teresa era molto attiva una presenza, un'ombra, che si intrometteva nel rapporto tra lei e Trifone. Forse uno stalker venuto da lontano? Tutto ciò era accaduto nel Novembre dello scorso anno, Teresa e Trifone erano scesi da Pordenone ad Adelfia, in occasione della festa di San Trifone ed Isabella aveva assistito alla conversazione tra Teresa ed un oscuro interlocutore.

Tornando alla telespettatrice citata all'inizio, la donna ha raccontato una storia, che ben si incastra con quanto detto da Isabella: "Sono rimasta davvero senza fiato quando ho sentito parlare di questo ex fidanzato, perchè mi è venuta in mente proprio la sera in cui ho conosciuto Teresa.

Era Gennaio del 2013 ed ero con un gruppo di amici in un locale di Milano e ad un certo punto è arrivato un altro mio amico che andava alla Bocconi, che aveva portato con sè una sua collega, questa ragazza bellissima, ossia Teresa. E' nata subito una simpatia tra noi due ed abbiamo cominciato a parlare e Teresa mi disse di avere un ex che continuava a chiamarla e che quasi non la lasciava vivere. Quella era la prima sera in cui Teresa si trovava senza lui e si sentiva rinata".