Uno strano fenomeno è avvenuto alcune notti fa a Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena. Infatti per la seconda volta nel giro di poche settimane in un fondo privato i proprietari hanno trovato al risveglio una strana sorpresa. Si tratti di misteriosi cerchi nel grano del proprio fondo. Si tratta di cerchi di forma assai bizzarra. La notizia sta facendo molto scalpore in Toscana, tanto che numerosi giornali si sono occupati dello strano caso compresa "La Nazione". Ovviamente questi fenomeni hanno subito scatenato la fantasia degli amanti dell'ufologia che hanno immediatamente cominciato sul web a portare avanti le proprie fantasiose teorie su quanto accaduto.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Gossip

Per gli inquirenti si tratta di vandali o dello scherzo di qualche buontempone

In realtà con buona probabilità si tratterebbe di una bufala. Gli inquirenti, che sono stati coinvolti nel caso dai proprietari del fondo interessato dall'evento, i quali hanno sporto regolare denuncia dell'accaduto, pensano si possa trattare di un mero atto di vandalismo, o al massimo dello scherzo di qualche buontempone.

Uno scherzo caro che comunque ai proprietari del terreno costerà diverse migliaia di euro . Da qui la decisione di sporgere denuncia alle forze dell'ordine. Secondo gli esperti il "cerchio" sarebbe il prodotto dello schiacciamento a terra del grano effettuato con un rullo, trainato a mano o con una moto.

Nel paese toscano è la seconda volta in pochi giorni che si verifica un simile fatto. Sembra che questa tra i vandali sia diventata una vera e propria moda. Altri "eventi" simili a questo infatti si sono verificati giorni fa nella campagna vicino a Bagno Vignoni, accanto alla via Cassia. La situazione comincia a preoccupare gli agricoltori della zona. Questo in quanto non si tratta di scherzi innocui, ma di gesti che provocano danni ingenti rovinando il raccolto. Pertanto sono in molti ad auspicare che le forze dell'ordine possano risolvere il caso trovando i responsabili e impedendo a questi ultimi scherzi del "terzo tipo".