Giovinazzo, un paese normale in provincia di Bari che ieri ha avuto la sua giornata "extraterrestre". Centinaia di segnalazioni da parte di gente comune, di ogni ceto ed estrazione sociale, che - tra la curiosità e la paura - ha avuto modo di strabuzzare gli occhi verso il cielo ed ammirare uno spettacolo "alieno": l'apparizione di due corpi luminosi ravvicinati, di dimensioni variabili, che sembravano scrutare verso il basso in prospettiva di invadere il pianeta.

Come riporta il Giornale di Puglia (edizione online del 2 luglio 2015), la psicosi termina qualche minuto dopo, quando un gruppo locale di studiosi del mistero, recandosi sul posto, fa notare ai presenti che gli oggetti in cielo non erano UFO ma bensì un fenomeno astronomico, dovuto al posizionamento ravvicinato tra i pianeti Venere e Giove.

Pubblicità

Questo esempio è sintomatico del fatto che centinaia di segnalazioni, arrivate sui tavoli dei ricercatori UFO nostrani, tra cui quelli del CUN (Centro Ufologico Nazionale), la più seria ed autorevole associazione ufologica italiana e di cui lo scrivente è parte integrante attiva, sono state tutte spiegate convenzionalmente, ma c'è sempre qualcuno - tra i semplici appassionati - che continua a non saper identificare correttamente semplici fenomeni astronomici, nonostante una grande pubblicità ed informazione mediatica.

Il passato è colmo di inganni, allucinazioni, scherzi, bufale, ma anche pieno di avvenimenti reali, oggettivi, incontrovertibili. Il vero fenomeno UFO non è questo, il vero fenomeno UFO è davvero importante, serio ed inquietante. Il vero fenomeno UFO esiste, resiste, persiste a qualsiasi tentativo di ostruzionismo censorio da parte, non solo di esponenti di intelligence e di alto livello militare, ma anche tra alcuni scettici prezzolati che, in base ad assunzioni di comodo e di parte, tenta di sgretolare e ridimensionare in un "tutto spiegato" anche i casi assolutamente inspiegabili.

Pubblicità

E ce ne sono ancora tanti da osservare e studiare. E prossimamente ne riparleremo...