Ha vissuto nell'angoscia e nella paura per 9 anni una signora di Lindon, nello Utah, e quando ha scoperto chi era l'uomo che la stava perseguitando, ha dovuto sopportare un dolore ancora più forte. Infatti, perseguitata da uno stalker e non riuscendo più ad avere una vita normale, la donna si è rivolta alla polizia, la quale ha scoperto che quell'incubo non veniva dall'esterno, ma dalle mura della sua casa: il marito era lo stalker. Una volta scoperto e fermato dalle forze dell'ordine, l'uomo non ha potuto fare altro che confessare.

Il marito ha fatto stalking alla moglie per vendetta

In tutti questi anni, sempre più impaurita, la donna quando usciva stava sempre attenta a chi incontrasse o alle persone che le giravano intorno, e quando tornava a casa si barricava all'interno delle mura amiche per sentirsi al sicuro.

In realtà, non sapeva che il "nemico" viveva proprio sotto il suo stesso tetto. Nel corso di 9, lunghi anni, alla signora dello Utah sono arrivate numerose email da parte di uno "sconosciuto" che la minacciava, affermando che presto le avrebbe fatto del male e l'avrebbe violentata. Madre di tre bambini, la vittima ha iniziato a preoccuparsi anche per l'incolumità dei suoi figli e si è sfogata col marito.

Il coniuge, al sentire il racconto della moglie, è rimasto piuttosto freddo e impassibile lasciando, di fatto, la consorte completamente sola nella paura. Col tempo, i messaggi di posta elettronica da parte dello stalker sono aumentati, e addirittura un giorno ne ricevette quaranta. A questo punto, la donna non ha potuto fare a meno di correre alla polizia e denunciare l'accaduto. Gli investigatori, non solo hanno rintracciato il responsabile delle minacce, ma alla scoperta della sua identità, la perseguitata ha avuto un altro, profondo dolore.

I migliori video del giorno

Infatti, l'uomo che per 9 lunghi anni l'ha minacciata e fatta vivere nel terrore, è stato il marito. Quest'ultimo, una volta scoperto e fermato dalle forze dell'ordine, non ha potuto fare altro che confessare le sue malefatte, asserendo che la sua era una vendetta per una questione che aveva riguardato la moglie circa 10 anni fa.

Subito dopo essersi liberata dello stalker e aver scoperto che era il marito, la signora statunitense ha chiesto la separazione e ha ottenuto un intervento restrittivo da parte del giudice per tener lontano da sé e dai suoi figli l'ormai ex marito. Questi, dinanzi al tribunale, dovrà rispondere di Stalking; il processo partirà ad agosto.