Una delle notizie più sconvolgenti della settimana in tema di migrazioni non arriva dalle acque del Mediterraneo ma da un'autostrada austriaca dove, in un camion abbandonato almeno 24 ore prima, sono stati trovati i corpi di almeno 71 migranti morti per asfissia. Un bilancio ancor più grave di quello prospettato in un primo tempo. Il sangue aveva iniziato a colare sulla strada mentre all'interno i corpi iniziavano a decomporsi. Questa tragedia, riferisce la polizia ungherese, ha fatto scattare le manette per quattro persone: probabilmente si tratta del proprietario del mezzo e dei conducenti.

Hanno avuto più fortuna i 27 migranti trovati a bordo di un camion italiano in terra inglese, disidratati ma ancora in buone condizioni di salute.

E' andata peggio ai siriani nascosti in un camion che si è ribaltato in Ungheria. I feriti sarebbero circa una decina. Nei pressi dell'incidente, la polizia avrebbe intercettato un altro gruppo di siriani diretti a Budapest. A guidare il mezzo, sostiene la polizia ungherese, sarebbe stato un romeno, probabilmente un trafficante di esseri umani.