La Luna immortalata davanti alla Terra, tutto il fascino del satellite naturale del nostro pianeta nelle nuove immagini NASA. Il suo lato oscuro è stato mostrato da un satellite di nuova generazione, il Deep Space Climate Oservatory (noto tra gli addetti ai lavori con l'acronimo di DSCOVR). Immagini quanto mai suggestive, racchiuse in un video pubblicato dalla stessa NASA su YouTube tramite uno dei numerosi canali ufficiali dell'ente spaziale. La National Aeronautics and Space Administration si sta rivelando particolarmente attiva anche sul fronte mediatico, da qualche mese a questa parte.

E che la Luna sia ancora una celebrità astronomica lo dimostra il contatore delle visite sul portale di condivisione video: la clip, infatti, ha già realizzato 700.000 visualizzazioni in 24 ore dalla divulgazione. Le nuove e suggestive immagini della Luna, ad elevata risoluzione, sono state ottenute grazie alla tecnologia ‘Epic’ (acronimo di Earth Polychromatic Imaging Camera), una sofisticata fotocamera operativa sul satellite DSCOVR. 

Luna e pianeti: nuove tecnologie per l'esplorazione spaziale

L’attualità astronomica, nell'arco temporale degli ultimi 5 anni, fa ormai registrare un volume di scoperte e notizie senza precedenti.

Con il progressivo evolversi delle tecnologie d'osservazione e dedite all'esplorazione spaziale, la NASA ha potuto raggiungere risultati scientifici di notevole caratura. La scoperta di 452b, un pianeta ‘gemello’ della Terra e individuato a 1400 anni luce dal nostro sistema solare, rappresenta la cartina di tornasole per l'anno 2015. Nuove missioni e progetti diverranno operativi entro la fine del decennio.

Allunaggio 1969, tra versione ufficiale e 'teorie del complotto'

La Luna continua a far parlare di se non solo da un punto di vista strettamente scientifico, ma anche in ottica storica. Annualmente, in occasione dell’anniversario dell'allunaggio del 1969, nel mese di luglio si riaccende sui social network la classica diatriba tra sostenitori della tesi ufficiale e coloro che valutano scenari alternativi, fino alla formulazione di teoremi tanto suggestivi, quanto carenti di prove oggettive.

I migliori video del giorno

Quest'anno Buzz Aldrin, tra i protagonisti di Apollo 11, ha partecipato a un serrato dibattito su Twitter: l'ex astronauta ha ribadito che non esistono versioni alternative a quella ufficiale. In un modo o nell'altro, la Luna resta costantemente in primo piano nelle cronache internazionali.