Aveva effettuato un allaccio abusivo alla rete idrica, con un tubo, fino alla propria abitazione. Protagonista della vicenda - a Serradifalco, centro del Nisseno a pochi chilometri da Caltanissetta – un quarantenne che è stato denunciato dai carabinieri della stazione. Ora l’uomo è indagato per furto aggravato, dopo un controllo nella zona effettuato nella mattinata di ieri dai militari dell’Arma, congiuntamente con i tecnici di Caltaqua, l’azienda che si occupa del servizio idrico integrato in tutta la provincia. Non si tratta del primo caso. Nei mesi scorsi, sono stati effettuati sopralluoghi e segnalazioni anche in altri centri per “allacci abusivi”.

Caltaqua, da parte propria, ha avviato da tempo un servizio di monitoraggio proprio per contrastare tali illeciti, pure la manomissione di sigilli e contatori. Un fenomeno tutt'altro che trascurabile. Decine i casi venuti alla luce, grazie anche alla collaborazione di utenti regolari. Non sono mancate anche le informazioni anonime, che sono state tenute in considerazione.

Attività dei carabinieri in tutta la provincia

La denuncia è scattata nell’ambito di un’intensificazione dell’attività nel territorio di competenza, da parte degli stessi militari. In tale contesto, inoltre, segnalato un diciassettenne per guida senza patente, che non gli è stata mai rilasciata. Il giovane era alla guida di un ciclomotore in piazza degli Eroi, a San Cataldo, quando è incappato in un posto di controllo.

I migliori video del giorno

Oltre alla denuncia, inevitabile, anche il sequestro del mezzo risultato non coperto da polizza assicurativa.

Segnalato, inoltre, un giovane già indagato

A Caltanissetta, invece, i carabinieri hanno segnalato un ventiseienne, già indagato per reati contro il patrimonio, per violazione delle prescrizioni delle misure cautelari, Sullo stesso giovane gravava l’obbligo di dimora, disposto dal Tribunale di Agrigento. Non si trovava a casa, senza giustificazione o autorizzazione: l’ora del rientro era prevista alle ore 18. Continueranno, su tutto il territorio provinciale, i controlli dei militari anche nel contesto dell’ordine pubblico e della sicurezza.