Pensavamo tutti che la famigerata banda del buco avesse terminato di agire indisturbata per le vie del centro storico di Napoli e dintorni, e invece così non è: qualche ora fa, i carabinieri del nucleo operativo di Napoli hanno scoperto un cunicolo scavato nel sottosuolo, che arrivava sotto la più grande gioielleria di Napoli situata in via Chiaia. I carabinieri hanno trovato numerosi attrezzi da scasso, oltre a tute ed altri oggetti. Il cunicolo partiva da una galleria della rete fognaria. Sul posto è intervenuto il Servizio fognario del Comune per il ripristino del sottosuolo e alcuni investigatori hanno dichiarato che si tratta di un'operazione studiata da professionisti come quelli della famigerata banda del buco, che qualche mese fa, ad agosto, ha rapinato la Gioielleria Bulgari.

La Banda del buco in azione

Ad agosto, quando la città si è spopolata, la banda del buco è entrata in azione ed ha rapinato la gioielleria Bulgari di via Filangieri, nel salotto buono della città partenopea. Erano le ore 9,30 quando i proprietari aprirono il negozio e staccarono l'allarme: i rapinatori erano in attesa e appena videro il tutto piombarono nel negozio da un buco praticato nella parete e in collegamento con le fogne. Erano quattro, armati, con un passamontagna che copriva il volto, aggressivi, hanno tirato un calcio a un dipendente e si son fatti consegnare l'incasso di 15 mila euro e gioielli e pietre preziose dalla cassaforte.

Lasciarono i gioielli più preziosi esposti in vetrina, perché dalla strada la vigilanza aveva dato l'allarme. Il valore del bottino si aggirava attorno ai 500 mila euro.

I migliori video del giorno

La banda mette a segno colpi analoghi, crea dei buchi attraverso le fogne, aspetta le proprie vittime armati, si fa consegnare il bottino e scappa via nello stesso modo in cui son arrivati: dalle fogne. Da ricordare le rapina alla Banca Deutsche Bank di via dei Mille, alla Banca a Piazza Mercato, alla banca a via Santa Brigida. Che gettarono nel panico tutti i napoletani. Questa volta in via Chiaia si è sventato il peggio, ma siam sicuri che non si arrenderanno facilmente questi nuovi Lupin. La polizia è sulle loro tracce da mesi, ma son troppo esperti e calcolatori e mettono in seria difficoltà le forze dell'ordine. Se vuoi esser sempre aggiornato sulle ultime news, inizia a seguirmi: clicca sul tasto Segui posto in alto a destra del titolo.