Situazione delicatissima per quanto riguarda i migranti: migliaia di persone si sono riversate ai confini di Serbia e Croazia dopo la decisione del governo ungherese di chiudere le frontiere. I migranti si sono rifugiati nella città di Tovarnik e in centinaia hanno dormito all'aperto, in condizioni estremamente precarie. Tovarnik è una città di circa tremila abitanti, ma in questi giorni è stata assaltata da migliaia di persone che cercano un futuro migliore. Dopo la chiusura dei confini ungheresi, infatti, i migranti si sono riversati al confine tra la Serbia e la Croazia, paesi che ancora non hanno chiuso le loro frontiere. Le migliaia di persone che hanno raggiunto Tovarnik hanno intenzione di prendere i bus che portano a Zagabria, la capitale della Croazia, per poi recarsi in Germania.

Nelle ultime ore, però, si sono verificati drammatici scontri: ecco ciò che è accaduto. 

Ultime news migranti: scontri tra la polizia e cinquecento rifugiati, ci sono feriti

Circa cinquecento migranti che sono riusciti ad arrivare a Tovarnik hanno provato a raggiungere a piedi Zagabria, seguendo i binari della ferrovia, ma sono stati fermati dalla polizia. Le due città distano circa trecento chilometri e il tempo di percorrenza a piedi è di circa sessanta ore. Si sono verficati scontri e tafferugli tra gli agenti e i migranti stremati dalla fame e dal caldo (attualmente in Croazia le temperature pomeridiane si aggirano intorno ai trenta gradi). Sono state ore davvero drammatiche e ci sarebbero stati anche dei feriti. La situazione-migranti si fa sempre più problematica: dopo la chiusura del confine ungherese sono infatti arrivati quasi ottomila rifugiati in Croazia, ovvero il triplo di quanti ne sono entrati nell'intero 2014.

I migliori video del giorno

Inoltre, non bisogna sottovalutare il problema delle mine antiuomo che risalgono alla guerra civile degli anni novanta. Come riportano vari mass media che stanno seguendo la situazione dei migranti in Croazia, la stazione di Tovarnik si trova a soli dodici chilometri da un campo minato. Il problema dei migranti è ormai incontenibile dato che, secondo le previsioni, nei prossimi giorni arriveranno circa ventimila migranti in Croazia.