Svolgimenti, errata corrige e aggiornamenti del dibattito sulla libertà d’espressione religiosa che in questi giorni impegna governatori e cittadini dei vicini stati dell’Arkhansas e dell’Oklahoma. Il 17 agosto il governatore dell’Arkansas aveva respinto la richiesta della Universal Society of Hinduism (USOFH) di erigere di fronte al municipio della capitale una statua al dio-scimmia Hanuman, mentre era stato approvato un memoriale ai Dieci Comandamenti. Il vicino Oklahoma, invece, aveva forse più equamente disposto la rimozione sia di una stele dedicata alle leggi bibliche che della statua di Baphomet, trasportato e “svelato” il 26 luglio scorso a Detroit (Michigan) nel corso di una partecipata cerimonia.

Little Rock

Ad aprile l’Arkansas approva a larga maggioranza il monumento ai Dieci Comandamenti perché, si legge nelle motivazioni, «rende onore a una filosofia (a philosophy of government) condivisa da molti fondatori di questa nazione». Immediate le critiche, soprattutto dalla Freedom From Religion Foundation (FFRF, Libertà dalla religione), la quale contesta «l’evidente orientamento religioso», non filosofico, della decisione governativa e ricorda piuttosto l’eterogeneità della tradizione americana, dal Deismo alle posizioni “laiche” di Thomas Jefferson sulla separazione tra Stato e Chiese.

La FFRF ha quindi inviato al governatore Asa Hutchinson la richiesta per poter esporre pubblicamente il proprio manifesto che rende omaggio alla Establishment Clause della Costituzione americana:

«La mia ragione prevale. Non esistono dèi, demoni, angeli, non esistono l’inferno e il paradiso; esiste solo il nostro mondo naturale; le religioni sono miti e superstizioni che induriscono i cuori e rendono schiava la mente; la libertà dipende dai liberi pensatori.

I migliori video del giorno

Manteniamo Stato e Chiese separati ...».

Pubblica piazza

L’Establishment Clause (scritta nel 1789) è una proposta inserita nel Primo Emendamento: «Il Congresso non potrà istituire alcuna religione di Stato»; il comma successivo (Free Exercise Clause) aggiunge: «né potrà impedire il libero esercizio di qualsivoglia religione».

Parimenti, anche se molto tempo dopo, l’art. 19 della Costituzione italiana (1948) garantisce: «Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma», purché non siano contrari al buon costume; e l’art. 10 della Carta dei diritti fondamentali dellUnione Europea (2000): «Ogni persona ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione». La formulazione può apparire generica, ma l’oggetto della tutela è concreto ed è il diritto di esprimere atteggiamenti consoni alla propria coscienza – religiosa, areligiosa o irreligiosa che sia.

Pluralismo

Nel frattempo, gli animalisti della People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) hanno dovuto rimuovere un'insegna con la scritta «Give peace a chance. Go vegan» perché copriva metà colonnato sulla facciata del palazzo comunale, ma non hanno presentato ricorsi.

Disorientato il presidente dell’USOFH, Rajan Zed, che ha sbagliato la forma di presentazione della domanda: Hanuman dovrà attendere le disposizioni della Commissione di Stato per le arti e il suolo pubblico, intanto Zed si appellerà al governatore Hutchinson dal quale evidentemente si aspetta una decisione equa.

Anche Baphomet volge l’impenetrabile sguardo verso Little Rock: l’8 settembre è stata inviata la petizione formale del Tempio di Satana, che annuncia battaglie legali se la richiesta sarà respinta o ignorata.