Una piena così devastante non si vedeva da anni eppure, le città presenti lungo le sponde del fiume Volturno, sembravano essere già pronte al peggio. Con i temporali degli ultimi giorni, vere e proprie bombe d'acqua, il fiume che taglia l'Italia dal Molise fino alla foce di Castel Volturno, ha causato molti danni alle case, alle campagne e alle strade delle città di Capua, Cancello ed Arnone ed alla piccola città sul Mar Tirreno, Castel Volturno. Alluvioni ed allagamenti che hanno messo la popolazione in ginocchio. Le giunte comunali, la protezione civile, l'esercito ed i vigili del fuoco, sono adesso al lavoro per capire l'entità dei danni.

Emergenza in due cliniche

L'esondazione del Volturno non ha coinvolto soltanto le abitazioni del centro storico di Capua, ma anche due rinomate cliniche situate a ridosso delle sponde del fiume.

Stiamo parlando della Clinica Villa Ortensia e della Clinica Villa Fiorita. I pazienti, così come ha dichiarato il primo cittadino Carmine Antropoli, sono stati trasferiti al terzo piano, lasciando vuoti il primo ed il secondo. Una disposizione adottata proprio dal sindaco, che ha allertato personalmente i medici delle due cliniche. L'avviso è giunto alle due strutture nelle prime ore della sera, quando il fiume ha iniziato a gonfiarsi in maniera impressionante.

L'allarme a Castel Volturno

Dopo aver rotto gli argini nelle città di Capua, la straripante piena, adesso, è prevista a Castel Volturno, ultima città bagnata dal fiume prima di confluire in mare. In questa città, il primo cittadino, attraverso un apposito avviso, ha fatto evacuare tutte le abitazioni della zona Destra Volturno. Questa è soltanto una delle precauzioni adottate dall'amministrazione comunale in attesa delle ore serali, in cui è prevista l'allerta massima.

I migliori video del giorno

La piena del Volturno risulta essere strettamente legata all'alluvione di Benevento, di due giorni fa. Il fiume Calore, che nel beneventano ha provocato due morti e danni ingenti, è un affluente del principale fiume del Centro Italia, sia per portata che per lunghezza. Staremo a vedere come si metterà la situazione nelle prossime ore.