Non c'è mai fine al peggio. O forse sì, dato che questa mattina la Francia e il mondo intero si sono svegliati in un clima a dir poco surreale in seguito agli attacchi terroristici che hanno mietuto più di un centinaio di vittime a Parigi . Al presidente transalpino Hollande è arrivato, in queste ore, il cordoglio da parte di tutti i maggiori capi di Stato internazionali, da Obama a Putin, fino alla Merkel e addirittura i leader di Israele e Palestina. Il presidente degli Stati Uniti ha parlato di "attacco ai valori che condividiamo", mentre quello russo ha inviato un telegramma al premier francese con la richiesta (destinata alla comunità internazionale) di creare una speciale unità per far fronte al male e combattere insieme il terrore.

Parole di fuoco, insomma, che rappresentano per molti il preludio di una terza guerra mondiale nella quale l'Isis (e più in generale l'estremismo islamico) diventerebbe il nemico da abbattere alla stregua del nazifascismo che distrusse l'Europa nella prima metà del secolo scorso.

Papa Francesco parla di "un pezzo di terza guerra mondiale"

Un po' a sorpresa, sono intervenuti anche i capi di Stato di Israele e Palestina ad unirsi al cordoglio per la morte di oltre 150 persone negli attentati terroristici di Parigi . Netanyahu ha spiegato che "l'uccisione di persone innocenti non è giustificata da nessuna legge divina", mentre Hamas ha espresso le più sentite condoglianze nei confronti del popolo francese, paragonando però gli attacchi terroristici all'occupazione da parte di Israele sulla sua Palestina.

I migliori video del giorno

Ultimo e non ultimo a dire la sua sulla vicenda è stato Papa Francesco, che nel corso di una telefonata a Tv2000 ha espresso commozione, dolore e preghiera per le vittime della strage, aggiungendo che quello che è successo a Parigi è un pezzo di una terza guerra mondiale ormai alle porte. E se a questo aggiungiamo che Nostradamus profetizzò una lunga guerra di 27 anni nella quale due potenze (religioni in questo caso) si scontreranno, ecco che i presupposti per credere che questo sia solo l'inizio ci sono proprio tutti. Voi che ne pensate di questa situazione? Credete che il mondo debba intervenire militarmente per fermare il massacro? Dite la vostra nei commenti in fondo all'articolo!