Il bilancio delle vittime dell'attentato a Parigi è al momento di 127 morti e 192 feriti. Sei uomini si sono fatti esplodere, in tutto sono stati uccisi 8 terroristi, ma è probabile che alcuni siano ancora in fuga. Il Governo parigino ha comunicato alla popolazione di restare nella propria abitazione, se possibile. A breve l'inizio della riunione straordinario prevista per le 9:30 di questa mattina: il presidente francese François Hollande, che si trovava ieri allo Stade de France durante l'attacco, ha dichiarato lo stato di emergenza decretando il piano Alpha Rouge, livello di allerta che corrisponde a 'attentati multipli' e l'immediata chiusura delle frontiere.

Pubblicità
Pubblicità

A Parigi, al XIX arrondissement era presente anche il presidente di Fdi, Giorgia Meloni. Timore per i prossimi attacchi terroristici annunciati a Roma, Londra, Washington.

Parigi, il bilancio delle vittime

Rivendicato dall'Isis, che lo ha nominato 'L'11 settembre della Francia' aggiungendo che questa sarà una giornata che i parigini non dimenticheranno mai 'Dovete bere dalla stessa coppa'. Su Twitter si diffonde l'hashtag in arabo 'Parigi in fiamme. Ora tocca a Roma'. Il bilancio delle vittime è altissimo.

In base agli ultimi aggiornamenti delle ore 9:14-10:00, i morti sono complessivamente 127, 192 sono invece i feriti (di cui 80 sono in condizioni gravi). Sono stati uccisi 8 terroristi, di cui 3 si sono fatti esplodere indossando una cintura esplosiva con polvere da sparo e chiodi davanti allo Stade de France dove si disputava l'amichevole Francia-Germania; 4 sono stati uccisi al Bataclan dall'intervento della Polizia. Al teatro erano stati presi 100 ostaggi, solo 80 infatti sono riusciti a fuggire, raccontando l'acceduto per aiutare negli interventi successivi.

Pubblicità

Il bilancio è stato altissimo, 60 morti, alcune persone erano riuscite a rifugiarsi al primo piano dell'edificio e avevano inviato dei messaggi da Facebook per segnalare la loro presenza. Un altro terrorista è stato ucciso dalla Polizia al Boulevard Voltaire.

Dati forniti da François Molins

I dati sono stati forniti dal procuratore della Repubblica di Parigi François Molins e dai suoi collaboratori (come anche riportato dagli ultimi aggiornamenti Ansa e da RaiUno che al momento sta seguendo in diretta gli aggiornamenti del caso) che al momento stanno lavorando per prestare soccorso ai cittadini colpiti e riportare tutta la città alla normalità.

L'operazione non è però terminata, otto terroristi sono stati uccisi, ma si presume che alcuni di essi si siano dati alla fuga e che si trovino ancora all'interno della città di Parigi. Hollande ha per questo motivo invitato la popolazione a restare nelle proprie case. Oggi la Tour Eiffel resterà spenta in segno di lutto in attesa anche di conoscere la decisione del Governo parigini. Circa 1500 militari sono stati mobilitati nella capitale e la American Airlines ha sospeso i voli verso Parigi.

Pubblicità

Anche il Belgio ha ripristinato i controlli alla frontiera francese e rafforzato le misure di sicurezza in aeroporti e stazioni. Dal Vaticano arriva il messaggio del Papa, in cui ha dichiarato tutta la sua vicinanza ai fratelli francesi, il loro sostegno e il loro seguire con costernazione i fatti accaduti questa notte mentre il premier Renzi ha inviato un tweet di solidarietà alla popolazione parigina. Se desiderate seguirci con gli aggiornamenti del caso, clicca su 'segui' in alto a sinistra e/o vota la news.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto