Sono state registrate, nella mattina del 17 novembre, due fortissime scosse di Terremoto in Grecia. Il tutto è stato fortemente avvertito anche nella regione Calabria ed in particolare sul versante ionico tanto da generare l'evacuazione di alcune scuole, ma solo in via preventiva. Tanta la paura dei cittadini che hanno avvertito la scossa forte e chiara. Vediamo tutti i dettagli che sono emersi sull'argomento.

Magnitudo 6.5

I dati più approfonditi del sisma emergono dal portale specializzato Ingv, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Le scosse che sono state registrate sono state due ed entrambe nella costa ionica greca.

Il primo sisma è stato registrato alle 8:10, ora italiana ed ha avuto una magnitudo di 6.5 della scala Richter. Lecoordinate geografiche in cui il sisma è stato verificato sono le seguenti: latitudine38.74e longitudine20.52. Laprofondità rilevata è di 10 km. Il secondo evento invece è stato registrato alle 9:33, ora italiana ad una profondità di 34 chilometri. La magnitudo è stata di 5.3 e lecoordinate geografiche erano precisamente: latitudine 38.84 e longitudine20.46. Per entrambi i terremoti non sono stati registrati comuni abitati entro 20 km dall'epicentro ma le scosse sono state così forti da essere state avvertite.

La scossa registrata traisole di Lefkada e Corfù è stata avvertita distintamente dai cittadini che hanno dichiarato di aver sentito tremare le proprie abitazioni.

Non sono stati registrati danni a cose o persone per fortuna. Le province calabresi maggiormente interessate dall'evento sono state Crotone e Catanzaro. In particolare nel crotonese sono giunte decine di telefonate ai vigili del fuoco. A Santa Caterina Jonio il sindaco ha anche emesso ordinanza di chiusura dei plessi scolastici. In attesa di ulteriori dettagli sull'argomento vi invitiamo a monitorare il portale dell'Ingv. Vi invitiamo anche a restare connessi con le nostre news cliccando sul tasto Segui in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!