Ricordiamo tutti il 29 novembre 2014, un sabato mattina che ha sconvolto l'Italia intera per la notizia della scomparsa e del ritrovamento del cadavere di Loris Stival un bimbo di 6 anni, in Santa Croce da Camerina. Come dimenticare quelle ore di strazio e fiato sospeso per la sorte di quell'anima innocente, un epilogo tragico che fin da subito ha mostrato il volto di un'unica indagata: la madre del piccolo, Veronica Panarello. Quasi un anno è trascorso da quel drammatico giorno, gli inquirenti non hanno mai smesso di cercare la verità analizzando ogni aspetto, ripercorrendo i luoghi del ritrovamento del corpicino e osservando con scrupolo i filmati delle telecamere che, silenziosamente, raccontavano gli spostamenti di Veronica Panarello.

Nuove dichiarazioni

La donna, madre del bambino, si è sempre dichiarata innocente sostenendo di aver accompagnato il piccolo quella mattina a scuola ma i filmati e alcune testimonianze dimostrano l'esatto contrario. Tuttavia, qualcosa di strano è accaduto qualche settimana fa quando la donna, come d'improvviso, ha cominciato a ricordare qualche nuovo particolare e, chiedendo di parlare con il marito, per la prima volta confessa di non aver accompagnato quella mattina a scuola il piccolo Loris ma di averlo fatto ritornare a casa. In seguito a questa confessione gli inquirenti hanno convocato la donna per un nuovo interrogatorio durato ben 7 ore, durante il quale Veronica ha confermato la versione fornita al marito e racconta di ricordare che il bambino giocando con le fascette di plastica le abbia indossate al collo e nei polsi fino a strangolarsi, a quel punto la donna trovandosi in difficoltà avrebbe deciso di gettare il bambino nel canaletto di Punta Secca.

I migliori video del giorno

La donna ha dichiarato che in quelle ore fu combattuta se chiedere soccorso, ma decise di gettare il corpicino nel canaletto di Punta Secca poichè temeva che il suo racconto potesse non essere creduto. Al termine dell'occultamento del cadavere si recò, dunque, al corso di cucina presso il castello di Donna Fugata, ed è proprio in quel tragitto che Veronica dichiara di aver rimosso tutti i ricordi.

Tanti interrogativi per una sola verità

Difficile credere a queste affermazioni, la dinamica ricorda un pò l'infaticidio compiuto per mano di Annamaria Franzoni, anche lei, infatti, dopo aver ucciso il piccolo Samuele pare abbia rimosso tutta la dinamica, certo è che in questi casi i soggetti siano potenzialmente pericolosi, tuttavia ci sono tanti interrogativi da chiarire e si spera che presto si potrà conoscere la verità.