Apre la porta e si trova un serpente in casa. Potrebbe sembrare una cosa quasi naturale se questa situazione fosse capitata in posti dove i serpenti sono presenti, ma la cosa assume contorni strani quando il fatto succede ad Avola (Siracusa) e la casa è quella di Mariano Ferro, leader dei Forconi, il movimento nato in Sicilia e salito alla ribalta mediatica per le lotte politico-sociali fatte in difesa dei cittadini e, in particolar modo degli agricoltori.

Mariano Ferro ha postato su Facebook la foto dell’animale, un Pitone, ucciso scrivendo di non sapere se è arrivato lì da solo o se lo ha portato qualcuno, nel caso della seconda ipotesi il leader dei Forconi si augura che chi ha commesso il gesto faccia la stessa fine dell’animale. Dopo qualche ora Mariano Ferro torna a scrivere su facebook, stavolta lo fa con una riflessione molto più profonda e pacata sostenendo di provare paura, non per il povero serpente che avrebbe dovuto vivere in un habitat sicuramente diverso da quello in cui si è trovato, ma per la smisurata ipocrisia di tanti pseudo animalisti e per il mondo che ci circonda per il quale non esiste medicina in grado di curarlo.

Un allevamento poco distante

Se si sia trattato di un gesto intimidatorio, o di puro caso, saranno gli inquirenti a deciderlo, ma sono tanti i commenti postati sulla pagina Facebook del leader dei Forconi, quasi tutti sono convinti della pista intimidatoria e manifestano solidarietà a Mariano Ferro e alla sua famiglia.  Sembra che, a pochi chilometri dalla casa di Mariano Ferro, quindi proprio in paese, ci sia un allevatore di serpenti, ma ancora nessuno si è fatto avanti per denunciare la scomparsa dell'animale. Dal canto suo il guru del Movimento Siciliano continua la sua campagna in giro per l’isola a sostegno di tanti cittadini lacerati dalla crisi economica. Le ultime battaglie dei Forconi sono state mirate contro il sistema delle esecuzioni immobiliari, famose sono state le barricate sollevate da membri e simpatizzanti a difesa di imprenditori a cui è stata venduta la casa all’asta per importi di molto inferiori alla valutazione iniziale dell’immobile stesso.

I migliori video del giorno