Per la prima volta ieri 11 dicembre, al processo che vede imputato Alexander Broettcher per le aggressioni con l'acido ai danni di alcuni ragazzi, ha parlato la sua ex fidanzata Martina Levato. L'ex studentessa della Bocconi ha deciso di testimoniare perché sta prendendo consapevolezza di ciò che ha fatto: anche lei, infatti, è stata condannata a 14 anni di reclusione per l'aggressione con l'acido a Pietro Barbini , ex compagno del liceo. Una Martina che ha parlato apertamente del suo rapporto con Alexander, di come per lei rappresentava l'idea del partner perfetto, dell'uomo giusto con cui costruirsi una famiglia. 

Il movente 

Durante l'udienza, la Levato ha preso per la prima volta le distanze dal suo ex, definendolo responsabile del suo stato emotivo ai tempi delle aggressioni con l'acido, ma ha voluto confermare l'estraneità dell'uomo nell'aggressione a Giuliano Carparelli del 15 novembre 2014.

Durante l'udienza di ieri è stata ascoltata un'altra teste, Elena Agostini, che ha rivelato altri particolari sulla relazione tra Martina e Alexander: una vacanza in Grecia in cui hanno consumato un rapporto sessuale a tre e un tentativo di suicido della Levato. 

Sempre dalla testimonianza della Agostini si ha un'ulteriore conferma sul movente che ha spinto i due ragazzi a compiere le varie aggressioni con l'acido. Durante una vacanza in Calabria Martina tradisce Alex e per lui è qualcosa di intollerabile. Anche se la ama, non può più essere la sua donna perché non è pura. Anche lui tradisce Martina ripetutamente, ma dal suo punto di vista non è grave. Emerge la personalità dominante di un uomo maschilista che non tollera che la sua donna abbia avuto altri partner. Da qui, la folle idea di trovare un modo per purificare Martina.

I migliori video del giorno

Dunque, le aggressioni con l'acido diventano il rito di passaggio obbligato per approdare a uno stato di purezza. Sempre la testimone conferma di aver sentito Alexander Boettcher parlare di 'aggressioni con l'acido' e che 'Martina per un po'di tempo sarebbe stata lontano'. Dunque, non è difficile supporre che le aggressioni con l'acido siano da interpretare esclusivamente come una 'malsana prova d'amore' richiesta da Alexander a Martina.