Il giallo di Pordenone relativo all'uccisione dei due fidanzati, Trifone Ragone e Teresa Costanza, a distanza di nove mesi potrebbe contemplare presto una nuova importante svolta. E' quanto emerge dalle ultime news rese note dal ‘Messaggero Veneto’, relative alle indagini in corso e che vedrebbero protagonista Giosuè Ruotolo, l'unico indagato per il duplice delitto avvenuto lo scorso 17 marzo nel parcheggio del Palasport di Pordenone. Dopo le ultime indiscrezioni sulla sfera privata del commilitone di Somma Vesuviana, quale brutta sorpresa ha colto il militare 26enne? Nel pomeriggio dello scorso 17 dicembre, i Carabinieri si sono presentati nella caserma dove Ruotolo presta servizio per un inaspettato sequestro.

Omicidio Trifone e Teresa: nuovo sequestro per Giosuè Ruotolo

La data del 17 dicembre potrebbe significare una nuova svolta nel giallo sul duplice omicidio di Trifone e Teresa. A nove mesi esatti dal delitto di Pordenone, i Carabinieri hanno ritenuto necessario un nuovo sequestro a scapito di Giosuè Ruotolo, l'unico indagato sul quale ricadono da tempo le attenzioni degli investigatori. Nel mirino, ancora una volta, i dispositivi tecnologici del militare, colto di sorpresa mentre era di servizio. Le Forze dell'Ordine hanno prelevato al giovane 26enne un nuovo cellulare Samsung e un iPad, entrambi acquistati da poco tempo. Attualmente, il lavoro dei consulenti informatici della Procura è concentrato su circa altri venti supporti informatici di varia natura ed appartenenti a Ruotolo, ad alcuni membri della sua famiglia ed alla fidanzata.

I migliori video del giorno

L'obiettivo degli investigatori, è trovare nei nuovi dispositivi sequestrati dati importanti su scambi di messaggi tra Ruotolo e la fidanzata, relativi al duplice omicidio di Trifone e Teresa. Il sequestro a sorpresa potrebbe annunciare una nuova svolta nel caso: la data del 17 dicembre potrebbe essere presagio di un nuovo tassello nel giallo, esattamente come accadde lo scorso 17 settembre, quando furono avviate le ricerche che portarono alla pistola usata dal killer. Quali interessanti dati potrebbero fornire le nuove perizie informatiche sui dispositivi freschi di sequestro? La risposta arriverà solo nelle prossime settimane, nonostante la difesa sia certa che non saranno trovati elementi utili ai fini delle indagini sul delitto di Pordenone. Per saperne di più sul duplice omicidio di Trifone e Teresa e per altre news sempre aggiornate sui maggiori casi di cronaca nera del momento, vi consigliamo di cliccare su 'Segui' sopra il titolo dell'articolo.