La porta dell'appartamento chiusa e senza alcun segno d'infrazione, lei nuda sul letto, morta, qualcuno l'ha strangolata. Sembra essere avvolto nel mistero, l'omicidio di Ashley Olsen, una donna americana di trentacinque anni innamorata dell'arte e della città di Firenze, dove si era trasferita circa quattro anni fa. La ragazza sognava di diventare un'artista come suo padre, anche lui residente nel capoluogo toscano, e come il fidanzato Federico, un pittore fiorentino di quarant'anni con il quale si frequentava da un paio di anni. È stato proprio lui ieri a ritrovare il corpo senza vita di Ashley, dopo tre giorni che non la vedeva. Agli inquirenti ha raccontato che avevano litigato e non si erano più parlati, poi lui l'aveva cercata al telefono più volte, ma inutilmente. 

Secondo la procura, Ashley conosceva il suo aggressore

Il fidanzato della donna ha raccontato che nella giornata di ieri era andato a cercarla a casa, in via Santa Monaca, a piedi, dal suo appartamento che dista appena duecento metri, e di avere citofonato più volte senza ricevere risposta.

A questo punto si è trovato costretto a chiamare la proprietaria dell'appartamento che aveva le chiavi. Ha aperto la porta e, una volta dentro, ha ritrovato la sua fidanzata distesa sul letto senza vestiti e senza vita. Sul collo evidenti graffi ed ecchimosi, e l'ispezione del medico legale ha confermato che si tratta di omicidio. La procura di Firenze ha aperto un fascicolo contro ignoti, il fidanzato è stato interrogato a lungo ed ha ripetuto più volte la sua versione dei fatti. Non è esclusa nessuna pista, ma una certezza ci sarebbe: Ashley conosceva chi l'ha aggredita e lo avrebbe fatto entrare in casa volontariamente. Stando a quanto affermano i conoscenti della ragazza, Ashley era una ragazza dolce ed una brava persona che non meritava di certo quella fine. Non è il primo caso di omicidio e non sarà l'unico avvolto dal mistero, ma le indagini delle forze dell'ordine porteranno quanto prima luce su quanto accaduto.

I migliori video del giorno

La ragazza viene ricordata come una fanciulla molto carina, piccola di statura e dai capelli biondissimi, con il suo amato cane Scout sempre accanto durante le sue passeggiate.