Una situazione davvero pericolosa si è verificata alle quattro del 22 gennaio al quartiere Flaminio, precisamente al civico 70 del lungotevere dove gli ultimi piani di una palazzina sono improvvisamente caduti. Ad avvertire degli strani rumori è stata un'inquilina che ha creduto ci fossero in atto dei furti, proprio per questo motivo ha deciso di dare l'allarme e così facendo è riuscita a salvare i vicini.

Gli inquilini appena usciti dalla palazzina hanno assistito al crollo davanti ai loro occhi, così sono riusciti a salvarsi per pochi minuti. Grazie al repentino intervento della loro vicina, la signora Agea, che ha chiamato i soccorsi.

Così commenta l'evento tramautico la donna "Adesso chi ha causato tutto questo deve pagare". Forte la preoccupazione delle 11 famiglie che sono state evacuate, quella infatti poteva essere una vera e propria strage.

Lo stabile ha subito diversi danni, i tre piani crollati risultano essere il settimo, il sesto e il quinto. L'edificio si trova nei pressi del teatro Olimpico e ancora non sono chiare le dinamiche che hanno portato a questo drammatico evento. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per indagare sulla faccenda, l'ipotesi di reato è quella di disastro colposo. Alcuni degli abitanti hanno sostenuto che in alcuni piani si stavano svolgendo delle ristrutturazioni e dei lavori che potevano non essere adeguati. Forse sono stati rimossi dei muri portanti che hanno creato un dissesto dell'immobile.

I migliori video del giorno

I vigili del fuoco avevano già svolto dei controlli in passato, nel 2012 e nel 2013, quando avevano contestato il fatto che nella palazzina non potevano essere eseguiti lavori in sicurezza. Inoltre all'amministratore del condominio era stata inviata una richiesta per la manutenzione di uno dei balconi oggi ormai caduto. Il condominio dovrà farsi carico delle spese per rimettere il palazzo a posto, infatti i tecnici hanno potuto accertare che ciò che si è verificato è derivato da cause umane. Le famiglie che hanno subito il disagio hanno potuto riprendere i loro effetti personali con l'aiuto dei vigili del fuoco e ora attendono la risoluzione del problema perchè sono rimasti senza casa.