Il fantasma di Umberto II di Savoia torna a far parlare di se ad Asti. Nella città piemontese lo spettro di casa Savoia apparirebbe spesso in Piazza San Secondo nei pressi e all'interno del Municipio. Secondo gli investigatori del paranormale della 'National Ghost Uncover', che da qualche mese indagano sul caso, sarebbero almeno 18 i testimoni delle sue apparizioni. La prima di queste, in base alle prove raccolte, sarebbe avvenuta ben 19 anni fa, nel 1997.Questo spettro sarebbe solito manifestarsi nell'androne del Municipio e nella stanza di uno degli assessori.

Secondo quanto raccontato dai numerosi testimoni, il fantasma del 'Re di Maggio', chiederebbe informazioni per raggiungere 'Palazzo Ottolenghi', sito in corso Alfieri. Solitamente lo spettro apparirebbe in vesti borghesi, ma in due occasioni si sarebbe manifestato in divisa militare.

Il fantasma chiede informazioni su Palazzo Ottolenghi

Le informazioni su Palazzo Ottolenghi sono state richieste a 6 dei 18 testimoni. Lì il Re dovrebbe incontrare una donna che a quanto pare sarebbe morta nel dopoguerra.

Gli esperti di storia locale informano che da vivo Umberto II di Savoia è stato ad Asti 4 volte. In una di queste occasioni avrebbe incontrato a Palazzo Alfieri Mario Ottolenghi, pronipote di Leonetto Ottolenghi. Inoltre ha fatto molto scalpore una rivelazione che negli scorsi giorni si è diffusa ad Asti. Questa riguarda un presunto documento che il fantasma avrebbe consegnato ad una delle testimoni delle sue apparizioni. SI tratterebbe di una donna di 'chiara fede monarchica'.

Il documento, attualmente custodito in uno studio legale di Alessandria, riporta alcune profezie.

Tra queste una riguarderebbe il futuro di una delle eredi minorenni del Re, che presto potrebbe diventare regina. Su questo documento verrà presto effettuata una perizia calligrafica, per capire se vi sia corrispondenza con altri documenti scritti in vita dal re. Il Sindaco di Asti intanto afferma di non credere ai fantasmi e precisa che nessun contributo economico è stato elargito dalla sua amministrazione al team di ricercatori del paranormale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto