Nato nel 2014 a Dresda, il movimento tedesco Pegida - ovvero il Patriotische Europäer gegen die Islamisierung des Abendlandes - lotta contro l'islamizzazione della Germania e dell'Europa tutta. Evidentemente razzista e xenofobo, il movimento si è rapidamente diffuso in altre città tedesche, organizzando una manifestazione a settimana, solitamente il lunedì. Scomparsi dalle pagine di cronaca, sono tornati a farsi sentire dopo le aggressioni avvenute a Colonia a Capodanno.

Già prima della manifestazione di ieri, i militanti avevano organizzato sempre a Colonia un'altra manifestazione contro le violenze del 31 dicembre. Il leader del gruppo Lutz Bachmann, non certo nuovo a provocazioni, prima della manifestazione di ieri pomeriggio avrebbe messo online una foto che ritrae una maglietta con su una scritta: "No ai rifugiati violentatori".

Ieri, ai militanti di Pegida si sono uniti i sostenitori del movimento di estrema destra "Pro Koehln". Un insieme di 1.700 uomini di cui la metà, riferiscono i media locali, sarebbe hooligan.