All'alba di questa mattina la Germania si ritrova sulle primepagine di tutte le testate europee. L'ultima ora della cronaca internazionale racconta del grave incidente che in Baviera ha visto come protagonisti due treni di unasocietà di trasporti privata. Al momentostandoa quanto comunicato dallapolizia locale si conterebbero ben otto morti e circa 100 feriti.

Registrati almeno quattro morti

L'incidente che intorno alle 6.50 di dellamattina di martedì nove febbraio ha coinvolto due mezzi ferroviari di una società privataha dato vita ad una situazione di grande crisi.

Due treni si sono scontrati frontalmente presso Bad Aibling, in Baviera. Si tratta di due convogli che trasportavano principalmente pendolari che si spostavano tra le cittadine di Monacoe di Rosenheim. Secondo le prime stime riportate dai quotidiani tedeschi si conterebbero fino a questo momento almeno 8 vittime e circa 150feriti di cui 40 in gravi condizioni di salute. Al momento sarebbe anche stato escluso che tra le macerie dei due mezzi siano presenti i corpi di altre persone senza vita. Al momento si esclude che tra le persone coinvolte nello scontro, causa le festività di Carnevale, siano presenti studenti. I feriti in questi momenti vengono soccorsi con l'utilizzo dell'elisoccorso vista unachiara difficoltà per la conformazione del territoriodei mezzi su gomma nelraggiungere il luogo dell'incidente.

Tratto ferroviario sospeso a tempo indeterminato

Al momento non sono ancora chiare le dinamiche dello scontro né le cause dello stesso, secondo quanto annunciato dalle Forze dell'Ordineper ulteriori chiarimenti si terrà una conferenza stampa alle ore 12.00 presso il Municipio di Bad Aibling. In supporto delle Forze dell'Ordine tedesche sono intervenute anche quellaaustriache che sostengono le operazioni di salvataggio e di messa in sicurezza con unità proprie.

Al momento la tratta ferroviaria interessata è stata bloccata per tempo indefinito in attesa che tratto di rotaia interessato dallo scontro possa essere liberato e messo in sicurezza.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!