Una morte davvero assurda avvolta nel mistero. Aveva una vita davanti il giovane attore Raphael Shumacher, 27 anni, molto talento e grandi ambizioni, una vita stroncata nel bel mezzo di una scena teatrale. Raphael, di Como, Sabato scorso era strato trasportato di urgenza in Ospedale per uno strangolamento avvenuto durante una scena di teatro. Per molti quella era una scena da copione, Raphael Shumacher doveva simulare un suicidio e, invece, quella corda al collo stringeva davvero e nessuno si stava accorgendo di nulla. Tutto è accaduto al Teatro Lux di Pisa dove il giovane attore comasco stava mettendo in scena un monologo nel quale rappresentava i disagi sociali di un quindicenne, un monologo per il quale era ammesso uno spettatore per volta.  Ad accorgersi che quella corda stava soffocando davvero il giovane Raphael, è stata una neolaureata in medicina che stava seguendo lo spetacolo: ‘Ho capito subito che qualcosa non andava, quel corpo tremolante appeso nell’albero mi  è apparso subito strano, ho sentito il polso che stava andando via’.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia che hanno iniziato ad indagare sull’accaduto sentendo le persone informate dei fatti. Sulla posizione del cubo che avrebbe dovuto tenere Raphael sono emerse delle versioni discordanti, ma il giallo diventa ancora più fitto per quello che avrebbero raccontato alcuni esponenti dell’Associazione organizzatrice dello spettacolo e che èstato riportato da"Il Giorno". Raphael Shumacher avrebbe cambiato il copione del monologo all’ultimo istante, in realtà avrebbe dovuto simulare il suicidio con una pistola finta e invece poi ha optato per una corda, un cambio di programma deciso direttamente dall’attore.

Raphael stava attraversando un periodo molto  difficile, poco più di un anno fà aveva perso il padre e ultimamente era stato lasciato dalla ragazza; Per questo gli inquirenti al momento non scartano nessuna ipotesi e continuano ad indagare sulla misteriosa vicenda.

I migliori video del giorno

Autorizzata la donazione degli organi

La morte del giovane attore lombardo è stata decretata  alle 20,15 di ieri, giovedì 4 febbraio, ed è stata comunicata dall’Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa. La mamma del ragazzo e la Procura della Repubblica hanno autorizzato la donazione degli organi. La Procura intanto ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo, al momento la pista privilegiata sembra quella del tragico incidente, ma non si esclude nessuna ipotesi.