Annuncio
Annuncio

La ex superstar della lega WWE Joanie Laurer, nota anche come Chyna, è morta all'età di 46 anni, come ha riferito il suo manager in un comunicato su Twitter. La causa della morte è ancora sconosciuta. Il manager di Laurer ha detto al portale ProWrestlingSheet.com che è stata trovata morta nella sua villa di Redondo Beach, in California. Era attualmente in cura con somministrazione di farmaci per l'ansia e l’insonnia. Non è però chiaro se i suoi farmaci abbiano giocato un ruolo nella sua morte, ma altre fonti riferiscono che le autorità stanno indagando sulla sua morte come dovuta ad una possibile overdose.

"Lei vivrà per sempre nei ricordi dei suoi milioni di fan e di tutti noi che l'amavamo" si legge in una dichiarazione sul suo account Twitter. L’amministratore delegato della World Wrestling Entertainment (WWE) Stephanie McMahon ha reso omaggio in un Tweet definendo la morte di Laurer 'una notizia tragica', descrivendo Chyna come 'una vera pioniera nel nostro settore'.

Advertisement

Pioniera del wrestling

Laurer, nativa di Rochester, New York, era nota soprattutto per i combattimenti con il nome Chyna durante la sua carriera con la WWE (allora conosciuta come WWF). Era anche una body builder di fama ed una star di film a luci rosse. Nel 1999, Laurer era diventata la prima donna a partecipare agli eventi Royal Rumble del WWF. Nello stesso anno conquistò un altro successo, diventando la prima donna a partecipare al torneo King of the Ring - che era stato in gran parte dominato da atleti di sesso maschile – ed a condividere una cintura del campionato. Dopo i problemi con la WWE, Laurer e l'azienda si separarono nel 2001.

Ha lasciato il wrestling completamente nel 2011 dopo le sconfitte al New Japan Pro Wrestling e Total Nonstop Action Wrestling. In contemporanea con la sua carriera nel wrestling, Laurer partecipò a sei film per adulti e venne scritturata in quattro stagioni di 'The Surreal Life', 'My Fair Brady' e 'Celebrity Rehab con il Dr. Drew' su VH1, canale satellitare americano.

Advertisement
I migliori video del giorno

Una vita sofferta

Nell’ultima parte della sua vita, Laurer ha lottato contro l’abuso di sostanze stupefacenti. L'ex ragazzo e wrestler Sean Waltman raccontò nel 2005 al Calgary Sun, che stava combattendo problemi di droga ed alcool, nonché contro una malattia mentale. Dopo una denuncia per abusi domestici che coinvolse Waltman sempre nel 2005, il New York Post riferì che lei, dopo essersi denudata, si lanciò in una vasca di un pesce in un nightclub di New York. Più tardi, nel corso di una apparizione nell’Howard Stern Show, non negò di far uso di cocaina nel caso se la trovasse d’avanti.

Nel 2008, Laurer era stata ricoverata in ospedale dopo la sua festa di compleanno, perché venne ritrovata svenuta con alcuni tagli sulle braccia. Due anni più tardi, fu ricoverata in ospedale dopo un'overdose di farmaci antidolorifici.