La Francia è sotto shock per l'attacco terroristico alla chiesa di Rouen. Mai prima d'ora gli uomini al servizio dello stato islamico avevano osato tanto in Europa. I terroristi hanno profanato un luogo di culto ed hanno ucciso il sacerdote sull'altare. E' sgomento e polemica. Uno degli autori di questo crimine è un terrorista giovanissimo, Adel Kermiche, di soli 19 anni, nato in Francia e di origine algerina. In più, nonostante fosse già stato arrestato per terrorismo, si trovava in libertà. Kermiche soffriva di disturbi psicologici.

Pubblicità
Pubblicità

Rouen: ecco chi è il responsabile della strage

La piccola comunità di Rouen nel cuore della Normandia, è sconvolta dalla gravità dell'assalto ai danni del paesino. Un sacerdote coraggioso e molto devoto, che fino all'ultimo non ha voluto piegarsi alla violenza ed all'odio dell'Islam radicale. I responsabili sono due giovanissimi francesi di origine algerina. Sono stati usati e plagiati dall'Isis, tanto che almeno uno dei due sarebbe voluto diventare un combattente dello stato islamico in Siria.

Pubblicità

Adel Kermiche (19 anni) proveniva da una famiglia agiata e molto unita. Tuttavia, l'ambiente genuino in cui viveva, non ha impedito al 19enne di radicalizzarsi ad inizio 2015. Fu proprio l'attentato al Charlie Hebdo che convinse Adel ad arruolarsi. 

Un assassino in nome dell'Islam radicale

Il percorso di Adel Kermiche è stato abbastanza rapido. Il ragazzo apparteneva ad una famiglia agiata e dai valori solidi.

Tuttavia, questo non ha impedito al giovane di radicalizzarsi e di diventare un aspirante combattente dello stato islamico. Adel aveva dei precedenti per terrorismo. Era stato fermato una prima volta in Germania ed una seconda in Turchia. Arrestato poi a Ginevra, era stato in seguito estradato in Francia. Un ragazzino dal cuore puramente deviato. Nonostante i nove mesi di carcere, gli era stata infine concessa la libertà vigilata, potendo così tornare a casa.

Imparata la lezione? Niente affatto! Tornato in famiglia, Adel aveva continuato a coltivare il suo sogno perverso di diventare combattente Isis e qualche conoscente sapeva, come hanno raccontato nelle ultime ore. Il resto è storia recente purtroppo. Per aggiornamenti su questo ed altri casi di cronaca, cliccate Segui

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto