La Statale 106 che percorre tutta la Calabria, collegando Reggio Calabria a Taranto, continua a mietere vittime e all'alba di oggi sono state registrate due nuove vittime dell'asfalto. Il tratto interessato è quello che percorrela provincia di Cosenza. A perdere la vita sono stati due giovani per i quali è stato vano l'intervento dei mezzi di soccorsodel 118. Lo scontro ha creato gravi disagi alla viabilità costringendo gli uomini dell'Anas a chiudere il tratto in entrambe le direzioni.

Due vittime e quattro feriti

Il 27enne Fabio Capalbo e il 30enne Yanosh Herde sono le ennesime vittime della Statale 106 che in questo anno solare ha superatola drammatica cifra di quindici decessi.

L'incidenteavvenuto all'alba di questa mattina ha interessato il tratto che attraversa il comune di Calopezzatti, sul frontale jonico del cosentino, ha costretto gli uomini dell'Anas a chiudere il tratto della strada della morte in entrambe le direzioni per circa cinque ore. La dinamica dell'impatto non è stata ancora resa nota dagli uomini dei Carabinieri che sono intervenuti su luogo dell'incidente ma secondo le prime indiscrezioni a provocare l'incidente sarebbe stata la vettura dei due ragazzi deceduti che fuori controllo avrebbe violentemente impattato contro le protezioni stradali. Nello scontro che sembrerebbe essereavvenuto in prossimità del bivio del Comune di Calopezzati avrebbe coinvolto tre veicoli: una Fiat Punto, un Alfa 147 e un terzo veicolo, probabilmenteuna berlina.

Il bilancio finale oltre ai due decessi presenterebbeanche la quattro feriti in gravi condizioni.

Feriti trasferiti presso l'ospedale di Rossano

Sul luogo dell'impatto sono intervenutii mezzi di soccorso del 118, che hanno prestato le prime cure alle persone coinvolte nel violento scontro trasportando immediatamente i feriti pressoil pronto soccorso dell'ospedaledi Rossano per ricevere le cure adeguate, gli uomini dell'Armadel Carabinieri e dell'Anas che hanno immediatamente provveduto ad eseguire i rilievi del caso e a gestire il flusso del traffico in entrambe le direzioni.

Segui la nostra pagina Facebook!