Il week-end di Ferragosto si chiude con un bilancio drammatico sulle strade calabresi che registrano due decessi.Il primo incidente della giornata si è verificato sulla Strada Statale 107 Silana - Crotonese nel tratto che attraversa il comune di Rende, nel cosentino. Lo scontro ha fatto registrare un morto e due feriti coinvolgendo ben treveicoli. A perderela vita è stato uno studente dell'Università della Calabria, Antonio Vetere,che avrebbe compiuto a breve 23 anni. Sul luogo sono intervenuti gliuomini delleforze dell'ordinee dell'Anasper effettuare i primi rilievi e regolarizzare lo scorrimento del traffico sullatrattastradale interessata.

Nello scontro coinvolte tre vetture

Il violento scontro ha interessato treveicoli. In primo momento i tre passeggeri delleauto sono stati trasportati dai mezzi di soccorso all'Ospedale dell'Annunziata di Cosenza. Il giovane che ha perso la vita nello scontro sarebbe deceduto presso la struttura ospedaliera, non è ancora noto lo stato di salute degli altri due passeggeri degli altri veicoli. Secondo le prime indiscrezioni l'impatto sarebbe avvenuto frontalmente senza lasciare possibilità di manovra ai treveicoli. Ancora la dinamica dello scontro non è stata chiarita ma sembrerebbe che una delletreauto siasbandata andando così a invadere la corsia di marcia opposta.

23enne perde la vitapresso l'Ospedale di Cosenza

Il giovane che avrebbe compiuto 23 anni il prossimo settembre secondo quanto riportato dai principali quotidiani regionali in quegli istanti sarebbe stata sullavia del rientro dopo una serata passata su una località turistica dellacosta tirrenica.

Sul luogo dello scontro sono intervenutigli uomini delleforze dell'ordine e dell'Anas che hanno provvedutoa regolarizzare il traffico, in un giorno di punta con quello di Ferragosto, per garantire la miglior fruibilità possibile del tratto stradale. Anche i mezzi di soccorsohannoimmediatamente trasportato i feriti presso la struttura ospedaliera di Cosenza per consentire ai feriti di poter ricevere le prime cure del caso.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!