Danno erariale di oltre undici milioni di euro, indagati dirigenti dell’asl Napoli3 Sud e di alcuni centri privati della provincia di Napoli per presunti pagamenti illeciti. Sono questi i primi risultati di un’inchiesta della guardia di finanza svolta su delega della Procura regionale campana della Corte dei Conti. Nella bufera sono finiti anche ex vertici dell’Azienda Sanitaria Locale, una delle più grandi d’Europa in termini di bacino d’utenza.

Pubblicità
Pubblicità

È quindi scattato un provvedimento di sequestro patrimoniale conservativo per circa tre milioni di euro e quattro persone risultano indagate dalla magistratura contabile.

La normativa aggirata sulle tariffe

L’operazione è stata effettuata dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della guardia di finanza di Napoli, guidati dal tenente colonnello Agostino Tortora e dal colonnello Giovanni Salerno, e dai finanzieri del Gruppo Spesa Pubblica, agli ordini del tenente colonnello Andrea Pecorari Issmi, che hanno eseguito il provvedimento emesso dalla Corte dei Conti di Napoli, su richiesta della Procura regionale campana.

Pubblicità

L’inchiesta verte sulla normativa sulle tariffe da corrispondere ai centri sanitari privati che effettuano per conto dell’Asl procedure riabilitative sui pazienti: tariffe che sono stabilite su base nazionale a cura del ministero della Salute.

Complicità di funzionari e pagamenti duplicati

Stando alle accuse della Corte dei Conti, l’Asl avrebbe effettuato pagamenti non dovuti a centri sanitari privati convenzionati con la complicità di alcuni funzionari pubblici.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Affari E Finanza

L’ipotesi investigativa è che queste strutture avrebbero chiesto ingenti somme all’Azienda Sanitaria per prestazioni per le quali non erano autorizzati, come la fisiokinesiterapia ed altre terapie specialistiche. Le fiamme gialle hanno appurato che l’Asl ha effettivamente pagato quanto richiesto senza svolgere accertamenti. In diversi casi, addirittura, ci sarebbero stati pagamenti duplicati. Attualmente sarebbero in corso approfondimenti sul giro di pagamenti anche da parte della magistratura ordinaria.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto