Rapina che ha fruttato 150 mila euro in una banca a Torino, da un padre che voleva fare il regalo nuziale alla figlia, arrestato insieme ai suoi complici dai carabinieri del capoluogo piemontese: ovviamente non ha partecipato al matrimonio.

Padre rapina banca per il regalo nuziale alla figlia

Le nozze di una figlia sono senza ombra di dubbio un evento molto particolare ed i padri ne sono coinvolti anche maggiormente delle madri, in certi casi. Ciò che però è successo a Torino ha dell'incredibile. Se non fosse stato ampiamente verificato, sembrerebbe una bufala, di quelle che si pubblicano spesso nei social.

Un uomo, insieme ad altri cinque suoi colleghi di lavoro, di cui quattro sono arrivati dalla lontana Napoli dove erano residenti, ha rapinato una banca nel capoluogo piemontese, situata sotto la Mole Antonelliana, per regalare il bottino alla figlia, che si sarebbe sposata dopo poche ore.

La fortuna non è stata dalla sua parte e l'uomo è in stato di arresto.

Pianificata altra rapina dal padre dopo la festa nuziale

Il misfatto è successo il 26 agosto 2016 e ha dell'incredibile, visto che le sei persone arrestate dai carabinieri torinesi, avevano pianificato un'altra rapina da attuare subito dopo la festa nuziale. Eppure il bottino del primo colpo ammonta a 150 mila euro in contanti, di cui 30 mila sarebbero andati alla figlia. L'arresto è avvenuto grazie ad un testimone, che ha assistito alla fuga.

I sei complici sono accusati di minacce verso la direttrice ed i clienti presenti al momento della rapina nell'istituto bancario e di avere in seguito rinchiusi tutti in una stanza, per potere fuggire con il malloppo. L'imputazione è anche di sequestro di persona, che aggrava ulteriormente la condizione dell'uomo di fronte alla legge.

I migliori video del giorno

Il matrimonio si è celebrato comunque lo scorso sabato, ma la sposa non è stata accompagnata all'altare dal padre, come vuole la tradizione, ma dal fratello. C'è in ogni caso da chiedersi il motivo della seconda rapina pianificata dai sei, visto che per il matrimonio il regalo sarebbe già stato ottenuto. Naturalmente il padre in questione non ha preso parte alla cerimonia.