Trovato il cadavere di un uomo di 59 anni, romano, all'interno di un'autovettura; L'uomo, secondo alcune indagini svolte nella mattinata dai carabinieri, si sarebbe tolto la vita con il gas di scarico; le forze dell'ordine sono intervenute in tarda mattinata non appena ricevuta la notizia.

Secondo la ricostruzione dei fatti, la vittima, Leonardo Zucco, avvocato giurista romano molto conosciuto, si è tolto la vita dopo essersi allontanato dalla sua famiglia da qualche giorno ed ha lasciato un biglietto. Il cadavere del giurista esperto è stato ritrovato all'interno di una Ford Focus grigia, notata appunto per il collegamento tra il tubo di scarico e l'abitacolo.

I carabinieri indagano sul movente del suicidio. Il gesto sembra essere una conseguenza a problemi di origine economicadell'avvocato, non si hanno ancora notizie certe sul caso.

L'uomo aveva fatto perdere le sue tracce già da parecchi giorni, ed amici e parenti non riuscivano a rintracciarlo. Il corpo, appena è stato trovato, è stato trasferito presso l'Ospedale di Sulmona e già da domani sarà effettuata l'autopsiache rivelerà i dettagli sulla morte dell' avvocato. Le forze dell'ordine stanno indagando sulla vicenda interrogando familiari, amici e conoscenti.

La crisi economica Italiana: boom suicidi

Il movente economico sta diventando una causa comune a molti suicidi recenti nel nostro paese; La crisi sta causando numerose vittime ed i dati parlano chiaro: nella nostra Nazione circa 75 sono stati i casi di suicidio con movente economico nel 2015, ancor peggio nel 2016 i casi di suicidio dovuti alla crisi economica sono 153.

Non si parla ovviamente solo di crisi, le statistiche infatti includono anche casi di depressione e solitudine.Per quanto riguarda l'età invece, le statistiche confermano che la maggior parte delle vittime della crisi economica italiana ha tra i 45 ed i 65 anni d'età. La maggior parte dei suicidi avvengono al Nord (principalmente in Veneto) ed al Sud (le Regioni che sono state maggiormente colpiti dalla crisi economica sono Campania e Sicilia).

Segui la nostra pagina Facebook!