Sono sempre i migliori che se ne vanno. Mai come in questo caso le parole sono veritiere. Si è spento questa mattina Dario Fo, il più grande artista che l'Italia abbia mai avuto. Potrebbero essere le solite parole di circostanza, ma non è così. L'attore lombardo (nato nel 1926) è stato drammaturgo, regista, attore, scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo e anche attivista politico (per il Movimento 5 Stelle).

Gli inizi

Raccontare la vita di Dario Fo non è una cosa facile, perché la sua intera esistenza è impressa e sarà impressa per sempre in svariate pagine della Storia D'Italia. Fin dai primi passi, Dario Fo dimostra di avere una sensibilità fuori dal comune. La prima opera di rilievo è Poer Nano, una raccolta di testi radiofonici che l'autore scrisse per la Rai. Poco dopo, l'esordio al Piccolo Teatro di Milano con Il dito nell'occhio.

Poi, dal 1954, la sua vita cambia e diventa simbiotica con quella di Franca Rame, una donna incantevole che poteva contare su centinaia di corteggiatori incalliti. Perché scelse proprio lui? Le motivazioni sono da cercare nella storia. 59 anni di matrimonio e di sodalizio artistico, una delle più belle storie d'amore che l'Italia sia riuscita a raccontare.

Fo era un uomo libero

A differenza degli intellettuali a cui si ispirava, che erano stati spesso al servizio di re, principi e committenti, Dario Fo è nato libero ed è morto uomo libero.

Ha attraversato la storia d'Italia senza mai sottomettersi al potere e al politically correct. E proprio da questo suo sentimento di ribellione sono scaturiti migliaia di testi (fra cui l'indimenticabile Grammelot) che gli sono valsi il Premio Nobel per la letteratura nel 1997 (era già stato candidato nel 1975).

Gli ultimi anni

La sua avversione nei confronti del potere non è passata inosservata neanche in Turchia; il presidente Erdogan, infatti, ha deciso qualche mese fa di censurare il nostro Premio Nobel.

Dario Fo, come prevedibile, ha risposto con una risata alla scelta del premier. Il nostro intellettuale ha sempre usato l'arma del sorriso per combattere il male di vivere. Stamattina se ne è andato per sempre, lasciando un vuoto che non verrà mai colmato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto