E' subito panico a #Chemnitz, cittadina della Germania centro-orientale nella quale è in corso la caccia al presunto terrorista siriano avvistato in un aeroporto della zona in procinto di preparare un attentato terroristico.

Irruzione nell'abitazione del siriano, trovato materiale esplosivo

L'allarme è scattato nella notte dopo una segnalazione dell'intelligence. L'uomo, sfuggito al blitz delle forze militari sassoni, si chiama Jabel Albakr, 22 anni nato a Damasco; si tratta di "una persona pericolosa che costituisce un rischio per le città e tutta la repubblica federale", queste sono state le parole di Tom Bernhardt, il portavoce della polizia della Sassonia. Gli agenti hanno rivelato di essere alla ricerca di quest'uomo già da tempo e la polizia, confermandone l'identità, ha diffuso una foto di Albakr in rete che sta facendo il giro del web.

L'uomo indossa una felpa nera con un disegno stampato sopra. Sia nelle tv locali che su #twitter sono state pubblicate le foto della sua abitazione accerchiata da forze armate le quali, verso le ore 13:00, hanno fatto irruzione nel suo appartamento trovando immense quantità di materiale esplosivo che il siriano avrebbe usato e si sarebbe fatto bastare per provocare danni sconvolgenti. 

La polizia si rivolge ai cittadini: "Siate prudenti!"

"Non sappiamo dove sia il sospetto e non sappiamo cosa porti con sè", dichiara così la polizia ai residenti della città esortandoli a rimanere segregati in casa al sicuro e, nel caso in cui avvistassero il siriano, a collaborare chiamando ad un numero dettato dalla polizia stessa. Quest'ultima nel pomeriggio ha effettuato tre fermi, due nella zona della stazione centrale ed uno nel cuore della città, poichè, ha detto un portavoce, si sospetta che siano persone in contatto con Albakr.

I migliori video del giorno

Oltretutto si pensa che quest'ultimo sia connesso con le forze armate dello Stato Islamico, nonchè ISIS. 

Un vero dramma per i cittadini di Chemnitz che vivono momenti di terrore dovuti anche al ricordo degli attentati dello scorso luglio nelle città tedesche Wuerzburg e Ansbach. Le ricerche continuano ancora ma non si esclude che il siriano si sia già spostato in un'altra città e si stia preparando per un attacco.