Il 4 ottobre si celebra la memoria liturgica di San Francesco d’Assisi. Il 18 giugno del 1939 papa Pio XII lo proclamò patrono d’Italia, insieme a Santa Caterina da Siena. Fu il fondatore dell’ordine che porta il suo nome: i francescani. San Francesco d’Assisi è uno dei santi più popolari e amati dalla gente. Papa Francesco ha scelto il suo nome proprio in omaggio al santo di Assisi.

Francesco d'Assisi diede vita a tre ordini riconosciuti dalla Chiesa cattolica

Francesco d'Assisi diede vita a tre ordini ammessi dalla Chiesa cattolica.

Quello dei frati minori, quello delle monache clarisse e quello dei secolari, ossia di laici che vivono nelle loro famiglie secondo le regole francescane. Nell’immaginario collettivo San Francesco viene ricordato soprattutto per aver rinunciato a beni terreni e per la sua compassione per i più  deboli, per  i lebbrosi, per i reietti, per gli ammalati e per gli emarginati. Povertà, obbedienza e castità sono senza ombra di dubbio  gli elementi principali della vita di San Francesco e dei suoi discepoli: il vero perno della spiritualità francescana.

Il francescanesimo, infatti, si inserisce in un contesto di reazione verso l’evidente corruzione morale e spirituale degli ecclesiastici del tempo, troppo interessati al benessere materiale e alle vicende politiche.

I tre principi cardini della regola di San Francesco d'Assisi: fraternità, umiltà e povertà

Secondo la regola di San Francesco d'Assisi,inoltre, i principi cardini della vita in comunità sono tre:

  1. Fraternità: i frati non possono vivere soli, ma devono prendersi cura dei propri fratelli, e comunque di tutti,  con amore .
  2. Umiltà: essere al servizio dell'ultimo per essere davvero al servizio di Dio e liberarsi dai desideri materiali.
  3. Povertà: rinuncia a possedere qualsiasi bene mettendolo a disposizione tutto di tutti i fratelli, in particolare di quelli più bisognosi.

Oggi, più che in altri giorni dell'anno, ognuno di noi dovrebbe pensare di più a San Francesco d'Assisi e ai suoi insegnamenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto