Una decisione piuttosto drastica, quella del Parlamento indonesiano: per i pedofili, se condannati in via definitiva, la punizione sarà la castrazione chimica. La legge - approvata oggi - era stata proposta dal presidente Joko Widodo lo scorso mese di maggio, dopo che un gruppo di ragazzi aveva ripetutamente violentato e poi ucciso una 14 enne. Ma la condanna non si ferma qui: è prevista infatti anche la detenzione per un periodo non inferiore ai dieci anni e, nei casi più estremi e brutali, anche la pena di morte.

Nei casi più gravi pena di morte per i pedofili

I condannati per pedofilia saranno sottoposti a una iniezione di ormoni femminili: un provvedimento che si è discusso a lungo e che, nonostante due partiti si fossero opposti, alla fine è stato approvato. In particolare, non sono d'accordo i medici (che giudicano la castrazione chimica una gravissima violazione dell'etica professionale), oltre alle varie associazioni che difendono i diritti umani.

In alcuni paesi come la Corea del Sud, la Polonia e la Russia è già operativa da tempo, in Italia invece la Lega Nord l'ha proposta più volte ma non è mai stata presa in considerazione. Resta da vedere se tale pratica basterà a 'spegnere' gli impulsi pedofili nei diretti interessati, visto che la sessualità di un uomo non è solo una questione ormonale. 

Pedofili sottoposti a castrazione chimica

Come avviene la castrazione chimica?

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Al 'paziente' (il pedofilo che ha violentato un minore indifeso, di cui si è accertata la colpa) si somministrano alcuni particolari tipi di farmaci, a base di ormoni, che interferiranno con l'attività del testosterone e ridurranno di conseguenza il desiderio. L’effetto della somministrazione ha una durata che può variare da circa 20 giorni a tre mesi, con effetti collaterali abbastanza seri come l'osteoporosi e alcune difficoltà cognitive.

I condannati, dunque, saranno sottoposti a tale terapia per tutta la durata della detenzione? E quando usciranno, cosa succederà? Se la castrazione chimica ha un effetto limitato nel tempo, nessuno potrà mai garantire la 'non recidività' del pedofilo: spesso, infatti, lui stesso è vittima di gravi (e quasi sempre incurabili) devianze sessuali e psicologiche che difficilmente guariranno, neanche se viene sottoposto a una massiccia terapia ormonale.

Per aggiornamenti sull'argomento premi 'segui'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto