3

Il papa incontra i giovani. Il Santo Padre ha indetto un appuntamento speciale per tutti i giovani che stanno a contatto con il mondo del sociale. Difatti, sabato 26 novembre Papa Francesco incontrerà circa 6000 ragazzi del Servizio Civile che incontreranno Papa Francesco presso l’Aula Nervi della Città del vaticano. Come si legge nella nota di Luigi Bobba si tratta di «un incontro molto atteso per testimoniare l’esperienza vissuta da tanti giovani che stanno dedicando un anno della loro vita al servizio della comunità».

Questo scambio tra i giovani e il Santo Padre vuole essere una tappa importante il cammino lungo del Servizio Civile Nazionale. Nato sull’onda dell’obiezione di coscienza del secondo dopoguerra, vede una tappa essenziale del proprio percorso nella legge 64/01 che istituisce il Servizio Civile Nazionale e lo definisce come un “servizio volontario aperto anche alle donne, che intendono effettuare un percorso di formazione sociale, civica, culturale e professionale attraverso l'esperienza umana di solidarietà sociale, attività di cooperazione nazionale ed internazionale, di salvaguardia e tutela del patrimonio nazionale”.

Proprio di questi giorni è la notizia che il SCN porta a casa una nuova vittoria sul fronte legislativo: il Consiglio dei ministri ha difatti appena approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che modifica il sistema del servizio civile nazionale in servizio civile universale (Scu), allargando le prospettive dei giovani civilisti e implementando gli scambi di esperienze umane e le possibilità di agire sul sociale a livello internazionale.

L’evento tanto atteso in Vaticano da tutti gli addetti ai lavori è previsto tra l’altro proprio in un anno importante per questa istituzione, difatti «proprio nel 2016 ricorre il quindicesimo anniversario della legge istitutiva del Servizio Civile Nazionale - così si legge nella nota del sottosegretario Bobba - In questi 15 anni sono stati più di 350.000 i giovani che hanno scelto di fare il servizio civile.

I migliori video del giorno

In attesa dell’arrivo di Papa Francesco – previsto per le ore 12 – tutti i partecipanti ripercorreranno insieme le tappe di questo cammino sia attraverso le testimonianze di personaggi pubblici, sia dando la parola ai giovani che sono in servizio o che lo hanno appena concluso».