Doris Payne colpisce ancora. Non è il titolo di un film noire ma la cruda realtà. "La vecchietta più veloce del west" è stata colta in flagrante a rubare 2.000$ di gioielli in una gioielleria di Atlanta. La sorveglianza del Von Maur store si è accorto della "nonnina sospetta" e, dopo averla fermata, è stata subito chiamata la polizia. La donna è piuttosto nota negli Stati Uniti, e sul web la notizia ha fatto scalpore.

Una "carriera" da star

L'anziana signora rubava gioielli sin da quando aveva 20 anni.

Nata negli anni '30, si calcola che abbia alle spalle 20 milioni di dollari di furti. La fama della donna riecheggia ovunque, infatti le sono stati dedicati ben 3 film documentari. Il suo "modus operandi" è stato spiegato proprio in uno di quest'ultimi. Di solito, Doris Payne veste in maniera non appariscente ed entra nei negozi acquistando prodotti non costosi proprio per non dare nell'occhio. Quando il suo status di "vecchietta dolce" viene "etichettato" dalle guardie della sicurezza dei negozi da colpire, decide di entrare in azione. Di seguito vi mostriamo il trailer di uno dei film.

Nessun rimpianto

La donna ha sempre dichiarato di non aver mai avuto nessun rimpianto per ciò che ha fatto, se non quello di essere stata catturata. Ad Atlanta è già conosciuta, dato che lo scorso ottobre era stata già messa in carcere per dei furti.

I migliori video del giorno

Inoltre una maxi inchiesta per la sottrazione di circa 33mila dollari in North Carolina la vede come principale sospettata anche se, ad oggi, non è stata raccolta alcuna prova contro di lei, nonostante gli inquirenti siano sicuri della sua colpevolezza.

Una ladra seriale, quindi, che alla veneranda età di 86 anni si ritrova dietro le sbarre per un furto che avrebbe potuto anche evitare. Forse, a questa età, i suoi colpi riescono meglio, dati i pochi sospetti che suscita un'anziana in un negozio di gioielli. Secondo il nostro parere, se in America vantano le carceri più rieducative del mondo, questo caso lo smentisce del tutto. La donna ha colpito ancora, e chissà che non riesca ad evadere. Del resto, una "povera vecchietta" in prigione farebbe piangere anche il secondino più duro.