A busto arsizio si è svolta una vicenda che ha dell'incredibile: in un centro massaggi gestito da personale asiatico, un sessantenne si sarebbe recato per ricevere un normale massaggio ma avrebbe ottenuto, invece, l'offerta di una prestazione sessuale. Nel momento in cui l'uomo ha rifiutato, è stato brutalmente aggredito.

Le urla provenienti dallo stabile hanno allertato un vicino

Tre persone, due donne ed un uomo di origine asiatica regolarmente residenti su territorio italiano, hanno deciso che la loro offerta non poteva essere rifiutata; si tratta delle due "massaggiatrici" sulla quarantina (una delle quali direttrice "maitresse" del centro, l'altra impiegata) e del titolare di un centro massaggi.

Il malcapitato, proveniente dalla provincia di Varese, aveva voluto provare a curare con i massaggi alcuni problemi alla schiena, richiedendo dunque un massaggio semplice. Dopo poco tempo dall'inizio della prestazione, però, le attenzioni fisiche della massaggiatrice stavano divenendo veri e propri atti sessuali ed è stato allora che l'uomo le ha rifiutate. A quanto pare, a quel punto il personale avrebbe offerto all'uomo la prestazione "normale" da lui precedentemente richiesta ma lui si sarebbe rifiutato, giustamente indignato, di ricevere qualsiasi ulteriore massaggio, ed è stato a quel punto che il personale del centro ha deciso di minacciarlo, deciso ad ottenere il proprio compenso.

Sequestro e minacce con un martello

L'uomo, dopo essere stato malmenato dalla direttrice del centro massaggi, è stato rinchiuso all'interno del locale e successivamente minacciato dal direttore con un martello.

Grazie all'attento orecchio del vicinato, che ha potuto ascoltare le urla provenienti dalla stanza senza finestre, i Carabinieri sono stati prontamente allertati e sono potuti intervenire nell'arco di quarantacinque minuti.

La denuncia è scattata immediatamente per i sequestratori, che dovranno rispondere inoltre alle accuse di violenza sessuale, porto d'armi improprie e lesioni personali: il sessantenne avrebbe, infatti, riportato escoriazioni al braccio.

Segui la nostra pagina Facebook!