La Campania è stata protagonista di un nuovo fatto di cronaca rilanciato immediatamente dagli organi di informazione.

Ieri mattina infatti il raccordo autostradale Avellino - Salerno si è trasformato in un vero e proprio moderno far west mettendo a repentaglio la vita di molte persone che attraversavano in quel momento il tratto autostradale.

Una banda di malviventi composta da tre uomini armati di fucili automatici kalashnikov ha assaltato un veicolo portavalori della ditta Cosmopol ed è riuscita a portare via il denaro trasportato.

Pubblicità
Pubblicità

La ricostruzione dei fatti

Dalle prime ricostruzioni sembra che la banda abbia agito alle 8:30 circa con un raid pianificato a tavolino. Infatti il mezzo della banda ha speronato il veicolo della Cosmopol che precedeva il blindato portavalori e, sotto la minaccia delle armi, la banda ha bloccato i vigilantes e sottratto il bottino di circa centomila euro che trasportavano. Sono quindi fuggiti facendosi strada aprendo il fuoco contro il blindato dalla Cosmopol che nel frattempo stava sopraggiungengo sul posto.

Pubblicità

Paura ma nessun ferito

I viaggiatori presenti sul tratto autostradale hanno raccontato gli attimi scioccanti del raid. Sembrava di essere nel far west e di vivere una spaventosa scena di un film.

Sul posto sono accorse pattuglie della Polizia stradale e altre forze dell'ordine.

Per fortuna il raid della banda sembra che non abbia causato feriti e incidenti automobilistici. Comunque il tratto autostradale è rimasto a lungo chiuso e ciò ha ingenerato una lunga fila di macchine in attesa che è stata smaltita nel corso della mattinata.

Sembra inoltre che non sia un caso isolato e che anche in passato siano state compiute azioni di stampo militare analoghe. Il tratto stradale oltre ad essere uno snodo per le due importanti cittá campane insiste su un'area ad alta intensità commerciale.

Spetterà agli inquirenti chiarire l'accaduto e assicurare i responsabili alla giustizia.

Per ulteriori infornazioni r aaggiornamenti vi invitiamo a continuare a seguire le news dell'autore del presente articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto