Sembra proprio che, negli ultimi tempi, non ci sia pace per il popolo di Dio, pervaso da un'inquietudine che porta ad eccessi, spesso discutibili, e comunque scuote fortemente la stabilità e l'immagine del clero cattolico.

Un ennesimo scossone arriva da una suora, Lucia Caram, di origine argentina e al momento residente a Barcellona, già nota al pubblico televisivo spagnolo e seguita da numerosi followers sui social network.

Le parole dello scandalo

Invitata, come di frequente accade, a una trasmissione televisiva, una sorta di salotto, dal titolo " Chester in love", la suora ha sconvolto tutti con le sue affermazioni a dir poco rivoluzionarie per i dogmi cattolici.

Interrogata sul tema del sesso e della coppia, la sorella ha infatti negato la verginità della Madonna, asserendo che in realtà Maria e Giuseppe erano una coppia come le altre e che per loro era normale fare sesso.

Poi ha avuto parole di biasimo per l'atteggiamento della Chiesa nei confronti della sessualità, considerata come qualcosa di sporco e da nascondere, sostenendone invece l'importanza. In conclusione ha asserito che risulta davvero difficile credere che Maria fosse vergine.

Immediata la reazione dei gruppi cattolici, in primis delle religiose del suo stesso ordine, che hanno deprecato vivacemente le affermazioni di suor Lucia, firmando una petizione in cui se ne chiede l'espulsione.

Anche il vescovo di Vic, in Catalogna, è prontamente intervenuto, dichiarando pubblicamente l'infondatezza delle parole della suora e, a riprova della verginità tanto discussa di Maria, ha ricordato il II Concilio di Costantinopoli, nel quale appunto la chiesa cattolica proclamava questa verità in forma definitiva.

Insomma, se alcune canoniche italiane sono sedi di incontri a luci rosse, arriva d'oltralpe un vento di bufera, che scuote la pacata e silenziosa quiete del vaticano.

Suor Lucia

Monaca contemplativa domenicana, suor Lucia è di frequente nelle tv spagnole ed è nota al pubblico soprattutto per la sua trasmissione settimanale di cucina, intitolata appunto 'Sor Lucia'. Ma è nota anche per le sue posizioni rivoluzionarie, che spesso le hanno causato problemi nei rapporti con l'Episcopato.

Attiva nel sociale, la religiosa si batte in favore dei più poveri, dirigendo un progetto di solidarietà in favore delle numerose famiglie che versano in condizioni d'indigenza totale.

E, in passato, nel corso della campagna elettorale in Catalogna, si è schierata dalla parte degli indipendentisti, minando ancor di più il suo già precario rapporto con i suoi superiori.

E anche adesso, al centro di vivaci polemiche, a quanti le chiedono se ha intenzione di lasciare il suo ruolo di religiosa, risponde con un no deciso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto