Episodio drammatico accaduto intorno alle 15.00 ora italiana, un camion oltrepassa una via esclusivamente pedonale in pieno centro a Stoccolma e termina la corsa contro un grande magazzino, colpendo numerosi passanti. Attualmente sono cinque le vittime e molti i feriti, ma sono attimi concitati e la conta potrebbe essere di gran lunga superiore. Sono stati uditi anche degli spari, si presume degli agenti contro l'autore della strage, inoltre la polizia riferisce di aver ricevuto una telefonata dallo stesso autista del camion, mentre i servizi segreti parlano di attentato.

Mentre il fumo avvolge la zona, che nel frattempo è stata evacuata, entrano in azione gli agenti di pubblica sicurezza, e le ambulanze a sirene spiegate accorrono per recuperare i feriti.

Le vittime sono state momentaneamente coperte con dei sacchi per l'immondizia, la polizia coadiuvata dai vigili del fuoco sta bonificando l'area. L'allerta è massima, tanto che anche il parlamento è stato chiuso per sicurezza.

Il camion rimane presidiato dalle forze dell'ordine; era un camion di proprietà di una nota azienda produttrice di birra Spendrups. Il camion è stato rubato durante una consegna o una sosta, e l'attentatore approfittando della momentanea assenza dell'autista ne ha preso possesso per poi compiere la strage.

Il luogo dell'attentato

E' il più grande centro commerciale della capitale, Ahlens city, posto all'incrocio con Drottninggatan. Questa è la strada pedonale più famosa e frequentata a Stoccolma. Ricca di negozi e centri pedonali, è il luogo più affollato dai pedoni, bersaglio principale degli attentati in cui i veicoli a motore sono il mezzo di distruzione. Si teme l'emulazione dell'attentatore di Londra, l'uomo che investì alcuni pedoni con la sua auto e poi scese accoltellando a morte un poliziotto londinese.

La zona non è nuova ad episodi di natura terroristica

L'11 dicembre del 2011 un duplice attentato colpì la capitale svedese, degli ordigni di natura gassosa (gas petrolio liquefatto) vennero fatti esplodere in due diverse auto, ma fortunatamente l'incidente causò solo feriti. La polizia valutò che se gli ordigni avessero funzionato perfettamente, avrebbero procurato un danno materiale ed umano simile a quello avvenuto durante la maratona di Boston. Nei pressi delle vetture fu trovato il corpo di un kamikaze, un cittadino svedese di origine irachena.

E proprio questo fu il primo attentato suicida della storia scandinava.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto