Da mezzanotte e un minuto di venerdì 21 aprile, sono in funzione i nuovi autovelox annunciati dalla giunta Brugnaro per la città di Venezia e per la città metropolitana. Oltre ai due installati sul ponte della Libertà, uno nella corsia di andata ed uno in quella di ritorno, ci sono anche in via martiri della Libertà verso il terraglio, sotto il cavalcavia di via Torino, prima dell'ingresso in via Pacinotti, in via Righi all'altezza del Vega. Per quanto riguarda la città metropolitana a essere installati e attivi son due Autovelox sulla camionabile per Spinea.

Cosa ne pensano i cittadini

Il Codacons si appella al Prefetto dicendosi pronto ad impugnare la norma che li autorizza, - sebbene sia stato lo stesso Prefetto ad autorizzarne l'installazione - mentre le proteste dei cittadini sembrano essere evidenti se si considera che l'autovelox vicino al centro Vega è già stato vittima di atti di vandalismo.

Secondo i cittadini questi autovelox sono solo dei bancomat per far confluire proventi nelle casse del comune e non ci sarebbero gli estremi di pericolosità in alcuni punti della città.

Il comandante della polizia municipale

Il comandante della polizia municipale, Marco Agostini, per contro, non nasconde una certa soddisfazione; infatti, già dalle installazioni delle colonnine sono stati registrati dei rallentamenti dalla maggior parte degli automobilisti, e d'altra parte come fanno notare anche dall'amministrazione comunale, i punti in cui son stati installati gli autovelox son quelli più sensibili alle infrazioni e dove si son registrati nel corso degli anni decine di vittime proprio a causa dell'alta velocità.

Da venerdì 21 aprile son attivi gli autovelox ed ora a sensibilizzare definitivamente gli automobilisti a rallentare ci penseranno le sanzioni salate, le prime son già state recapitate a ben 320 automobilisti e son state effettuate tutte nel primo giorno di entrata in opera degli autovelox.

Un dato tuttavia secondo il comandante della polizia municipale, molto inferiore a quello registrato durante il periodo di prova degli autovelox dove oltre il 90 % degli automobilisti superava di gran lunga i limiti di velocità.

Con gli autovelox verranno finalmente rispettati i limiti e verranno notevolmente ridimensionati gli incidenti, per chi continuerà a spingere il piede sull'acceleratore ci saranno sanzioni anche fino a 3000 euro, infatti la multa sarà proporzionale al limite superato.

Le sanzioni

Per chi supera il limite di non più di 10 km orari la contravvenzione va dai 41 con un aumento del 30% se avviene in orario notturno dalle 22,00 alle 07,00.

Per chi supera il limite tra 11 e 40 km orari la contravvenzione sarà 169 euro e verranno detratti 3 punti dalla patente.

Per chi supera il limite tra 41 e 60 km orari la contravvenzione sarà di 531 euro e verranno detratti 6 punti dalla patente, inoltre sospensione della patente da 1 a tre mesi e inibizione a guidare il veicolo tra le 22 e le 7.

Oltre i 60 km orari la contravvenzione sarà 828 euro e sottrazione di 10 punti della patente, e sospensione della patente da 6 a 12 mesi.

Infine se si subisce 2 volte questa contravvenzione si avrà la revoca della patente.

Vale senz'altro la pena abbassare la velocità.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto