Quello che andremo ad analizzare è un caso verificatosi in una città del Messico, a poco meno di 70 anni di distanza dall'incidente di Roswell, con una donna che ha dichiarato di essere stata protagonista di un curioso avvistamento. Del caso si sta occupando la Mutual Ufo Network, una delle più grandi organizzazioni mondiali dedicate alla ricerca di UFO e di forme di vita extraterrestri.

L'avvistamento

Secondo quanto riportato dalla donna in un rapporto inviato all'organizzazione, alle 9 di sera, mentre stava guidando con il figlio a un tratto avrebbe notato di sfuggita una luce fissa sul bianco-rosso.

All'inizio non avrebbe prestato troppa attenzione a questo primo avvistamento, pensando si trattasse di un gioco di luci creato dall'orizzonte. Pochi secondi dopo, sempre stando alle sue dichiarazioni, sarebbe apparsa sulla sinistra una nuova luce per poi scomparire e riapparire nuovamente una terza volta. Secondo la donna, le luci sarebbero scomparse e riapparse in posizioni diverse, seguendo sempre la stessa sequenza.

A sentire la testimone, non poteva trattarsi di un velivolo "umano", dati i suoi movimenti irregolari, e nemmeno di fuochi d'artificio, data l'assenza di suoni.

La madre ha affermato di essersi fermata per cercare di filmare la scena assieme al figlio, con la speranza di avere qualche prova tangibile per dimostrare la veridicità dell'accaduto, ma purtroppo gli oggetti sarebbero poi scomparsi nel nulla.

Fortunatamente per lei, la sua testimonianza è stata accolta con molta curiosità dall'organizzazione ufologica che, sembra essere molto interesseta a studiare e analizzare l'inquietante caso.

Vicino il 70° anniversario dall'incidente di Roswell

Poco meno di 70 anni fa, nel 1947, nello stato americano del New Mexico si verificò uno dei casi più eclatanti della storia ufologica, il cosiddetto "incidente di Roswell". Questo fu uno dei casi che suscitò maggior clamore all'interno della comunità, anche a causa del modo in cui il governo americano avrebbe cercato di occultare il fenomeno.

In molti ipotizzano che i resti di una navicella aliena si trovino ancora nella cosiddetta Area 51. E, come se non bastasse, numerosi testimoni affermarono all'epoca di aver visto, oltre al disco volante, anche dei corpi di alieni stesi ai bordi dell'UFO. Il governo americano smenti subito che si trattasse di un UFO, facendo passare il tutto come il semplice schianto di una mongolfiera della US Air Force.

Se siete interessati ad essere tenuti in costante aggiornamento in merito alla questione UFO, seguitemi sulla pagina che trovate sul mio account.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto