Un collegamento televisivo finito male quello che ha visto come protagonista Daniela Santanché. La deputata di Forza Italia si trovava davanti alla stazione Termini di Roma per interagire con il programma "Dalla vostra parte", in veste di inviata speciale di Maurizio Belpietro. Improvvisamente è stata presa di mira da alcuni immigrati che si trovavano in zona e hanno le hanno lanciato delle pietre. La donna, visibilmente turbata e con voce rotta dall'emozione e dallo spavento ha raccontato l'accaduto alla polizia mentre si trovava ancora in diretta su Rete 4.

Un ragazzo è stato subito fermato dalle forze dell'ordine.

Paura in diretta per la Santaché: il video

Daniela Santanché era andata vicino all’ingresso della stazione in questione, nella città di Roma, per parlare della presenza di senzatetto e dei migranti durante le ore notturne. La presenza delle telecamere sembra aver fatto infuriare i presenti che hanno subito impugnato una serie di pietre per scagliarle contro la donna, che è rimasta illesa. Secondo il racconto fatto dalla politica la "rivolta" non sarebbe stata organizzata, ma avrebbero agito perché pronti a tutto, poiché "queste pietre le nascondono negli angoli, sotto i cartoni, nelle borse". E' certo però che, come sottolinea la deputata di Forza Italia, se non fossero intervenuti gli agenti, la situazione avrebbe potuto degenerare.

Di seguito le immagini che mostrano il post aggressione:

Santanché dopo l'aggressione: 'Me la sono vista brutta'

La Santanchè è stata poi protetta dalla polizia ed è riuscita così a rimanere sul posto fino al termine della trasmissione, continuando però a discutere in modo animato con alcuni migranti che erano presenti nella zona.

Una volta lasciato il posto la politica ha prontamente scritto su Facebook per rassicurare sostenitori e familiari, ammettendo la paura vissuta: "Me la sono vista brutta".

La situazione è stata invece più tranquilla davanti al deputato Pd Stefano Esposito che era stato inviato a sua volta alla stazione Tiburtina sempre come inviato del programma.

La situazione in questo caso era decisamente più tranquilla. E pensare che 24 ore prima proprio sul posto era stato aggredito l'inviato del programma, Alessio Fusco, colpito alla testa e obbligato così a fermarsi per essere ricoverato e medicato in ospedale. Situazione analoga a quanto accaduto anche per alcuni colleghi che lavorano sia a "Matrix" che a "Quinta Colonna".

Segui la nostra pagina Facebook!