È la Colombia a far cadere un altro tabù sulla famiglia: proprio nella nazione latino-americana, è stato autorizzato e celebrato il primo matrimonio omosessuale tra tre uomini. In questi ultimi giorni, la notizia ha fatto il giro delle principali testate giornalistiche mondiali e del web: i tre signori hanno contratto regolarmente matrimonio davanti ad un notaio, con tanto di dichiarazione sentimentale compresa nell'atto notarile.

I protagonisti: un giornalista, un attore e un personal trainer

"Desideriamo concordare un regime patrimoniale sulla base di una relazione matrimoniale a tre, a conferma che le persone possono stare insieme a prescindere dal loro colore, stato, sesso, razza, credo religioso e appartenenza etnica. Questo non è vietato né dal Diritto Internazionaledalla legge colombiana".

Questa la frase che esprime il sentimento che ha unito in matrimonio, Manuel Bermudez, giornalista 50enne, Victor Hugo Prada, attore 22enne e Alejandro Rodriguez, personal trainer 36enne.

Una storia che ha inizio nel 1999

La storia dei tre protagonisti, ha inizio nel 1999, quando Alejandro e Manuel dichiarano in pubblico la loro relazione, cosa che già suscita scalpore. Ma la coppia non ci mette molto ad agitare ulteriormente gli animi dei colombiani, visto che i due convolano a nozze, nonostante il matrimonio omosessuale sia allora vietato dalla legge colombiana. Come se non bastasse, a condire ulteriormente la situazione, ci si mette un certo Alex, che prima s'innamora di Alejandro e poi anche di Manuel.

Da menage a quattro a matrimonio a tre

La questione amorosa si allarga ancora quando il trio Alejandro, Manuel e Alex, conosce Victor e la situazione per i tre anni a seguire, diviene un "menage a quatre", vissuto sotto lo stesso tetto. Alex, però, muore dopo tre anni di convivenza nel 2015 e dopo altri due anni, Alejandro, Manuel e Victor, decidono di sancire la loro unione ufficialmente con il matrimonio.

Un matrimonio che molto probabilmente aiuterà altri "multiconviventi" ad uscire allo scoperto e ad agire di conseguenza.

"Unioni di questo tipo tutt'altro che rare"

L'avvocato dell'Associazione Colombiana LGBT (lesbiche, gay, omosessuali, transgender) German Rincon Perfetti spiega che unioni di questo tipo sono tutt'altro che rare. Il problema è che per le persone coinvolte in questi tipo di relazione è difficile uscire allo scoperto.

È fondamentale, dunque, che una di queste relazioni sia stata ufficializzata, affinché altre lo possano essere e le persone coinvolte possano beneficiare dei diritti previsti dalla legge a seconda dei paesi ove avviene il matrimonio.

Segui la nostra pagina Facebook!