Li ha trovati Fabio, anche lui italiano, un amico che doveva andare da loro a pranzo insieme alla compagna, portando del pesce fresco che si era procurato per l'occasione. Luigi Scassellati e Maria Laura Satta, 72 anni il primo e 71 anni la seconda, sono una coppia di pensionati che trascorre lunghi periodi dell'anno nello chalet di sua proprietà a Kikambala, nei pressi di Mombasa, in Kenya. Sono stati per anni i titolari di un'affermata azienda di Cremona.

La dinamica dell'accaduto è stata riportata dettagliatamente dal sito "Africa Express" e può riassumersi nei seguenti passaggi. Alle sei del mattino, il giardiniere della coppia, Lewis, che vive all'interno della proprietà, si reca in chiesa come tutti i giorni.

Luigi Scassellati esce di casa per richiudere il cancello dall'interno, e viene aggredito brutalmente da due persone armate di bastone e coltello. Luigi, in stato di incoscienza, viene trascinato all'interno dell'abitazione, e nel salotto di casa sua viene nuovamente colpito. Gli aggressori si accorgono che Maria Laura è in bagno, la raggiungono e la aggrediscono con violenza inaudita, fino a procurarne la morte. Successivamente rovistano in ogni angolo della casa prima di scappare. I vicini non si accorgono dell'accaduto. Luigi è ancora in vita, ma in gravi condizioni, e per questo motivo non riesce a chiedere aiuto.

Intanto Fabio telefona più volte agli amici per annunciare il suo imminente arrivo: preoccupato per non aver ricevuto alcuna risposta, decide di andare allo chalet in anticipo.

Quando giunge nei pressi della residenza è circa mezzogiorno. Dopo aver trovato il cancello chiuso, l'uomo chiama a gran voce Luigi e, dopo più tentativi, sente un debole grido d'aiuto. A questo punto decide di scavalcare il muro di cinta e di dirigersi verso l'abitazione, dove si imbatte nei corpi straziati dei due amici e comincia a urlare.

Solo allora i vicini, un'altra coppia di italiani, sentono le grida di Fabio e accorrono, rompendo i lucchetti del cancello d'ingresso. Per Maria Laura non c'è più niente da fare, mentre Luigi è ancora in vita e viene trasportato in ospedale.

L'ambasciata d'Italia e il console onorario a Mombasa, Fiorenzo Castellano, sono in contatto con i familiari delle vittime e stanno prestando ogni possibile assistenza.

La Farnesina ha confermato l'accaduto e, in particolare, la morte della donna e il ferimento del marito. Luigi Scassellati non sarebbe in pericolo di vita.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!