Tre componenti di una famiglia sono stati accoltellati a una festa in casa a San Miguel (Argentina), per il triplice omicidio è stato arrestato un sospettato di 19 anni che poco prima era stato in casa a bere qualcosa con le vittime. L'incidente è avvenuto intorno a 02:00 in una casa di San Miguel, dove sono stati trovati assassinati Pablo Javier Danti (36 anni), suo padre Rubén Ismael Danti (62 anni) e sua madre Inés Gómez (64 anni).

Pubblicità
Pubblicità

L'accaduto

Secondo gli inquirenti, il più giovane aveva 11 coltellate al collo, al viso e alle braccia; il padre ne ha ricevute sette, specialmente sul viso e sul collo; e la madre presentava 19 ferite nel collo, nel torace, nelle braccia e nelle mani. Tutto è cominciato quando i vicini hanno sentito grida disperate per la strada da parte di Inés Gómez, che ha chiamato per chiedere aiuto. Diversi residenti delle case adiacenti hanno guardato fuori, scoprendo poi che la donna giaceva completamente insanguinata e hanno visto un giovane che fuggiva dalla casa, i vicini hanno, dunque, hanno chiamato immediatamente il 911.

Pubblicità

La polizia è arrivata sul posto ed ha stabilito che la donna era morta dopo diverse coltellate sul viso e sulle braccia; è stato scoperto inoltre, che la porta di casa era aperta. Entrando, la polizia ha trovato Danti morto nella sala da pranzo e il padre in un corridoio, anch'essi deceduti in seguito a moltissime coltellate. Per questo motivo, gli investigatori sono andati a cercare il presunto ragazzo, amico di Danti, che era stato visto fuggire dalla casa; i poliziotti lo hanno trovato con dei vestiti insanguinati a circa otto isolati dalla scena del crimine.

Ora si cerca di stabilire le cause del triplice crimine e non è escluso che l'assassino abbia rubato anche qualche oggetto o denaro dalla casa delle vittime.

L'assassino e l'arma del delitto

All'interno della casa la polizia ha trovato due coltelli da cucina macchiati di sangue, presumibilmente, sono state le armi utilizzate per l'omicidio della famiglia, che sono diventate ora una perizia per cercare di determinare se hanno le impronte digitali del presunto sospettato.

Il giovane detenuto è stato identificato dalla polizia come Leonel Alejandro Amarillo, 19 anni, che ha precedenti penali e che sarà ora indagato per l'omicidio della famiglia di San Miguel. Tra lo sgomento dell'intera cittadina, ora si cercano di capire le cause di questo orribile triplo omicidio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto