Anno nuovo, vita vecchia verrebbe da dire ai tanti viaggiatori che per esigenze professionali o per piacere viaggiano a bordo dei treni. Alcune agitazioni sindacali, infatti, potrebbero condizionare il comparto ferroviario. Scopriamo insieme le date ed i giorni interessate da sciopero dei treni nel prossimo mese.

L'elenco delle agitazioni: attenzione al fine mese

Inizio di mese tranquillo, quello riguardante il mese di gennaio 2018. Particolare attenzione va prestata a martedì 9, quando per otto ore (dalle 09:00 alle 16:59) il personale di manutenzione della società Trenitalia divisioni passeggeri long haul impianto manutenzione corrente di Mestre manifesterà il proprio dissenso.

Uno sciopero di portata ridotta vista la rilevanza regionale, ma che potrebbe creare disagi soprattutto ai "ritardatari" che hanno prolungato le festività natalizie.

Il mese scorrerà sereno sino a domenica 14, quando a scioperare saranno il personale mobile di Trenitalia divisione passeggeri regionale Piemonte e Valle D'aosta e personale mobile del DPLH I.E. esercizio Intercity I.A. TO. Lo sciopero avrà una durata di 23 ore, dalle 03.01 del 14/1 alle 02.00 del 15/1.

Fine di mese sicuramente più delicato con diverse agitazioni: giovedì 25 gennaio tocca ai lavoratori di Tranitalia divisione DPLH segmenti esercizio A.V.

ed Intercity regione Calabria. Il loro sciopero durerà per 24 ore (dalle 21:01 alle 21:00 del giorno successivo); domenica 28, invece, sarà la volta del personale mobile della società Trenitalia DPR Emilia Romagna (8 ore di sciopero, dalle 09:00 alle 17:00). Sempre nella stessa giornata, sciopereranno per 08 ore, più precisamente dalle ore 10:00 alle 17:59 i lavoratori della società NTV.

I consigli per chi deve mettersi in viaggio

Va sempre tenuto in considerazione che le agitazioni sindacali anzidette potrebbero essere modificate nelle modalità o addirittura revocate, in ogni caso, per qualsivoglia necessità, sarà opportuno tenersi costantemente informati consultando le pagine internet dei vettori o il portale del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti.

Una comoda alternativa alla consultazione 'fai da te' potrebbe essere quella di rivolgersi al proprio agente di viaggi di fiducia che potrebbe segnalarvi anche, in casi estremi, soluzioni diverse o mezzi di trasporto alternativi per raggiungere la vostra meta.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!