Massima attenzione per le cozze in arrivo dalla Spagna: potrebbero essere contaminate. Il sistema rapido di allerta comunitario per la sicurezza alimentare, meglio conosciuto come Rasff, ha lanciato, in data 16 marzo (rif. 731.2018), un allarme che interessa tutta l'Italia.

Le cozze vive potrebbero essere contaminate da Escherichia Coli, un batterio particolarmente pericoloso presente, soprattutto, in acque contaminate da feci.

Pubblicità
Pubblicità

A quanto pare, i molluschi, sarebbero già stati distribuiti nel nostro Paese, ma è impossibile, almeno per il momento, conoscere i lotti contaminati. Infatti, le cozze potrebbero essere già finite non solo nel reparto pescheria di supermercati e ipermercati, ma anche nei piccoli punti vendita e nei mercati. Comunque, nelle scorse ore, si è già proceduto a avviare il ritiro delle cozze: una misura cautelare indispensabile per assicurare la giusta tutela alla Salute dei milioni di consumatori italiani.

Pubblicità

Il Sistema di allerta europeo, invita, inoltre, a prestare particolare attenzione e di evitare il consumo di cozze vive senza prima contattare, presso la più vicina ASL, il Servizio igiene degli alimenti e nutrizione.

Il presidente dello “Sportello dei Diritti", Giovanni D'Agata, coglie l'occasione per ricordare che consumare molluschi bivalvi crudi è molto rischioso; questi molluschi, infatti, possono essere veicoli di numerose malattie di origine virale e batterica; inoltre le intossicazioni da enterobatteri sono tutt'altro che rare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Prima di consumare le cozze, o qualsiasi altro mollusco, dunque, è buona norma cuocerlo con cura. Lo scorso mese di novembre, il Rasff, aveva lanciato un allarme simile a questo.

I rischi per la salute

Cosa succede se si consumano cozze, o altri alimenti, contaminati da Escherichia Coli? Questo batterio, trovato in alcuni lotti provenienti dalla Spagna, è considerato una vera e propria bomba per il nostro organismo in quanto può provocare nausea, vomito, diarrea e forti crampi addominali.

Oltre a non mangiare cozze crude, è possibile difendersi dal batterio Escherichia Coli, seguendo questi consigli:

  • Lavare con cura le mani, possibilmente usando del sapone, dopo essere andati in bagno, ma anche dopo aver cambiato il pannolino ad un bambino, o aver toccato animali (e le loro cucce o gabbiette)
  • Evitare di consumare carni crude.
  • Lavare con cura frutta e verdura
  • Evitare di bere latte o i succhi non pastorizzati.
  • Praticare in maniera protetta qualsiasi rapporto
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto