Nel cuore della Silicon Valley californiana, nascerà il quartier generale della più grande compagnia social di sempre: Facebook, nata da un giovane intraprendente di nome Mark Zuckerberg. Negli anni Facebook diviene il leader indiscusso tra i social network e con il passare del tempo anche le ambizioni crescono. Zuckerberg infatti sostiene che la comunità virtuale di Facebook, composta da oltre due miliardi di persone, presto sarà una comunità reale con sede a Menlo Park che ospiterà nuove uffici e case per i dipendenti.

Il New York Times riporta che nella nuova città saranno edificati più di 1500 appartamenti di cui 225 in stato affittuario. Ma a causa dell'inchiesta Cambridge Analytica, il progetto rischia di saltare.

Facebook perde fiducia

La Cambridge Analytica è una società di consulenza britannica, specializzata nell'analisi psicometrica degli utenti dei social network. Facebook avrebbe inquinato le elezioni americane servendosi della compagni britannica che ha manipolato le preferenze politiche, alterando il dibattito pubblico, di oltre 50milioni utenti Facebook.

L'errore del giovane fondatore di Fb è stato proprio quello di non aver ammesso sin da subito la sua colpa in merito all'accaduto, lasciando il fatto affidato al caso. Non aver avvertito che l'utilizzo dei dati degli utenti da parte di un soggetto (Cambridge Analytica) usciva dai canoni in cui le persone avevano acconsentito a prestare i propri dati, rende sicuramente la vicenda più sconcertante. Ma il vero problema sta nel fatto che noi tutti prestiamo consenso a che Facebook utilizzi quei dati, non prestiamo il consenso invece che quei dati vengano utilizzati da terze parti per altre finalità.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tecnologia

Ciò ha svelato a noi tutti una cosa che effettivamente c'è da tempo e che è questo utilizzo dei dati da parte dell'applicazione , da parte di Facebook nella fatti specie, per vendere o promuovere prodotti.

Naturalmente l'accaduto ha generato scompenso tra la gente che ha perso fiducia nei confronti del social network e che di conseguenza ha portato gli utenti ad eliminare il proprio account Facebook in modo permanente.

Ma anche qui sono sorti dei problemi, gli utenti che hanno deciso di cancellare definitivamente il proprio account si sono imbattuti in grosse difficoltà. Innanzitutto hanno scoperto che la procedura è molto lunga e complessa, ma cosa più importante, sono venuti a conoscenza del fatto che tutta la loro vita digitale trascorsa sulla piattaforma non era removibile, questo perché Fb è stato il primo social network a dare la possibilità di avere un file con tutti i dati e quindi con tutte le cose che sono state dette, fatte o pensate comprese le foto all'interno del Social di Mark Zuckerberg.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto